Teramo Basket: è arrivato "Skita"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1171

TERAMO. È stato presentato nel primo pomeriggio di ieri, martedì 4 settembre, presso la sede sociale di Via De Albentiis, l'ultimo importante acquisto del Siviglia Wear Teramo, il nazionale georgiano Nikoloz Tskitishvili, proveniente dall'esperienza nella Liga Spagnola dopo ben 4 stagioni in Nba, tra Denver Nuggets, Golden State Warriors, Phoenix Suns e Minnesota Timberwolves.
È stato il Presidente del sodalizio biancorosso, Carlo Antonetti, a fare gli onori di casa: «Con Skita abbiamo finalmente chiuso il cerchio, la squadra è completa.
È con immenso orgoglio che lo presento, perché è un grande giocatore, dall'importantissima esperienza internazionale, che ha calcato parquet di primo piano in tutto il mondo, compresa l'Nba e che è venuto a Teramo con le giuste motivazioni per far bene con la squadra, nonostante avesse offerte provenienti da club più blasonati. Anche lui è un giocatore dalle grandi qualità umane, prima che tecniche, dotato di indiscussa classe e che, ne sono sicuro, ci darà un contributo rilevante nell'arco della stagione».
Dopo la soddisfazione espressa dal Ds Marruganti e da coach Bianchi («quando mi è stata prospettata la possibilità del suo acquisto, non ci credevo molto visto il suo pedigree internazionale» – ha dichiarato il coach) per l'arrivo di Tskitishvili, la parola è passata proprio a Nikoloz, per le sue prime parole in maglia biancorossa.
«Sono davvero contento di essere qui a Teramo - spiega Tskitishvili – e quando mi è stata prospettata questa occasione dal mio agente, non ci ho pensato due volte ad accettarla. Provengo da esperienze importanti in campionati prestigiosi, è vero, ma da professionista quale sono, ho fatto questa scelta non in base alla grandezza della città, bensì per la possibilità di partecipare ad un torneo di primo livello, come quello Italiano, con la consapevolezza e l'auspicio che Teramo possa rivelarsi, per la mia carriera, un nuovo trampolino di lancio verso traguardi sempre più importanti: è una piccola città, ma estremamente graziosa e che mi ricorda molto il paesaggio delle mie origini.
Nella mia carriera ho giocato praticamente in tutti i ruoli, iniziando da playmaker quando ero giovanissimo sino a giocare da 4/5 con il passare degli anni, vista anche la mia mole, anche se mi metto a completa disposizione del coach. Insieme alla società ed ai miei nuovi compagni di squadra, spero di poter raggiungere risultati rilevanti e di lanciare Teramo verso traguardi più ambiziosi, promettendo sempre il massimo impegno ai miei nuovi supporters.
Probabilmente sono arrivato troppo giovane in NBA e ad un certo punto mi sono trovato in un'età di mezzo nella quale non ero più giovanissimo ma allo stesso tempo non avevo ancora l'esperienza necessaria per competere ad alti livelli».
“Skita” («non ci sono ragioni o aneddoti particolari legati al mio soprannome, semplicemente la volontà da parte di tutti di abbreviare il mio cognome, decisamente troppo lungo!» – ha tenuto a precisare Nikoloz -) dopo le visite mediche, si è messo agli ordini di coach Bianchi già nel tardo pomeriggio, per effettuare il primo allenamento con la squadra.

05/09/2007 9.51