Vince il team delle all star. Pineto si arrende

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2199

Vince il team delle all star. Pineto si arrende
PESCARA. Applausi scroscianti, una folla impressionante ed un grande match di sand volley hanno salutato la conclusione della X edizione del 4 Vele Cup – 2° Trofeo Adricesta.
Almeno 3 mila le persone stipate nell'arena centrale dello stabilimento della riviera di Pescara pieno all'inverosimile, con tanta gente in paziente attesa all'esterno della struttura, in caccia di uno spiraglio dal quale ammirare i campioni della pallavolo di Pineto e della squadra All Star che hanno regalato una finale al cardiopalma.
A prevalere, dopo quasi due ore di gioco, sono stati gli atleti del team delle Stelle, guidati da uno stratosferico Leo Marshall. Assieme al cubano hanno regalato lampi di classe i suoi connazionali Poey e Portuondo e gli italiani Spescha e Birarelli.
3 a 1 il conto dei set che condanna il Pineto, squadra cui va riconosciuto l'onore delle armi.
Il team che milita in serie A2 ha fatto sudare parecchio il drappello dei fuoriclasse dall'altra parte della rete. Dopo un primo parziale vinto per 21-19, Mancini e compagni si sono dovuti arrendere alla reazione rabbiosa dell'All Star, capace di sfruttare alla perfezione il fondamentale del servizio con una serie impressionante di ace e chiudere la frazione sul 21-11.
Un terzo set infinito ha lasciato senza fiato il pubblico sugli spalti: 38 a 36 lo score, con una girandola di emozioni che ha costituito un vero e proprio spot per la pallavolo. A suonare la carica per gli abruzzesi è stato il capitano Marco Mancini, autore di ben tre battute vincenti.
Ben orchestrati da un eccellente Marco Medori, gli attaccanti del Pineto sono riuscti a mettere in crisi il sistema di muro-difesa del team delle Stelle, con uno Sborgia formato super in grado di arpionare palloni su palloni a muro.
Dopo una serie infinita di palle set da una parte e dall'altra, a chiudere la pratica e mettere un'ipoteca sulla vittoria ci ha pensato Poey con un ace di potenza terrificante.
Pubblico in visibilio sugli spalti e boati di applausi al rientro delle squadre in campo per il quarto parziale. I litri di adrenalina in circolo dopo la conquista della frazione precedente spingono l'All Star ad accelerare per piazzare il colpo del k.o. La resistenza eroica del Pineto non è sufficiente e sul 21-14 finisce la partita.
Braccia al cielo per Marshall e soci, delusione sui volti degli atleti del Pineto che hanno tentato con tutte le forze di riportare in Abruzzo il titolo di campioni del 4 Vele Cup a sette anni di distanza dall'ultima volta in cui una compagine della nostra regione riuscì a prevalere nella manifestazione organizzata da Luigi Alfieri.
Nella finale di consolazione Roma ha battuto la Slovacchia per 2 a 0 (21-14, 23-21).
Buon risultato anche per la sottoscrizione a premi in favore dell'Adricesta: oltre 6 mila euro, secondo una prima stima, saranno destinati ai progetti dell'Associazione Donazione Ricerca Italiana Cellule Staminali Trapianto e Assistenza.

Al termine della lunghissima serata della decima edizione si è provveduto alla premiazione dei migliori atleti della manifestazione. In campo femminile miglior giocatrice Lara Pomponio, miglior palleggiatrice Laura Mastrodicasa e miglior schiacciatrice la slovacca Jana Slotova. Per gli uomini il premio per il miglior giocatore è andato a Leo Marshall, quello per il miglior alzatore a Marco Medori del Pineto e per il miglior schiacciatore il riconoscimento è andato allo slovacco Jaki.
Infine Miss e Mister 4 Vele: Debora Terenzi e Boris Demetar sono stati giudicati i più belli della decima edizione.

02/07/2007 15.20