Pallanuoto. La Humangest retrocede in serie B

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1139

PESCARA. Alle spalle oltre trent'anni di serie A e, ora, la dolorosissima retrocessione in serie B. La Humangest Water Polis Pescara scende di categoria e lo fa nella maniera più autolesionista possibile, ovvero perdendo per l'ennesima volta (la decima!) di misura.
Dopo il segnale di risveglio di sabato scorso, quando la squadra di Paolo Bocchia era andata a vincere a Roma contro l'Acilia, ieri di nuovo un passo indietro, nella giornata in cui si attendeva che venisse disputata la partita della vita. Invece il Terra Sarda Cagliari ha disputato una gara volitiva al massimo, piazzando un terzo tempo da urlo e portandosi via tre punti di una pesantezza unica. Un vero peccato, anche perché se la Humangest avesse pareggiato come avrebbe potuto, sarebbe stata ancora in piena corsa per la salvezza: la diretta concorrente Acilia è stata infatti sconfitta a Firenze. Della partita tra Pescara e Cagliari si può sottolineare il discreto avvio dei padroni di casa, che però hanno mostrato tutti i loro limiti caratteriali nel corso del terzo periodo, per poi recuperare e sfiorare a più riprese l'8-8. Il pubblico ha provato a stimolare i biancazzurri in vasca, biancazzurri che però a un certo punto sono apparsi a corto di idee, forse annichiliti dalla bravura del portiere avversario Dugin, estremo difensore russo che non ha sbagliato una parata. Al fischio della sirena finale, teste basse e qualche lacrima tra i giocatori pescaresi, ma purtroppo i disastri erano stati fatti prima, in particolare nel doppio turno interno contro Como e Modena, quando si doveva fare bottino pieno e invece sono arrivate due sconfitte, ovviamente di misura. Ora la serie B, una categoria che evoca fantasmi, ma lo sport è anche questo e deve insegnare a ripartire dal basso, con umiltà e commettendo meno errori.

FINALE 7-8
HUMANGEST WATER POLIS: Bocchia, Di Fulvio 1, Di Giovanni 1, Casini, Cianfrone, Barbuscia 1, Latkovic 2, Medan 1, Giordano, Gobbi 1, Mammarella, Pietrostefani, Di Meco. All. Bocchia.
TERRA SARDA CAGLIARI: Dugin, Murru, Terrosu, Piccirillo, Luca Diana 3 (2 rig.), Delas, Cossu, Andrea Diana 3, Loi, Russo, Calli, Stemate, Rinaldi 2. All. Curreli.
Arbitri: Alfi e Rotondano.
Note: parziali 2-1, 2-2, 0-4, 3-1. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Pescara 2/8, Cagliari 2/6. Bocchia (P) ha parato un rigore a Stemate (C) nel primo tempo. Spettatori 200 circa.

31/05/2007 8.20