La Pharmapiù Città Sant’Angelo chiama alla beneficenza, la città non risponde

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1489

Nell'ultima partita di campionato di sabato scorso la Pharmapiù Sport Città Sant'Angelo chiude in agro dolce. Se dal punto di vista sportivo la squadra del tandem tecnico Forcella e De Luca ha nettamente battuto la già retrocessa Massa Marittima con il risultato finale di 36 a 30, e concludendo in classifica generale al settimo porto, dal punto di vista della generosità è stata battuta dall'indifferenza del popolo angolano.
Ricordiamo che questo incontro era legato alla raccolta fondi per acquistare una autoambulanza, infatti si sperava nel pubblico delle grandi occasioni.
Nei giorni precedenti l'Amministrazione Comunale e la società del presidente Remigio avevano organizzato al meglio l'evento, informando la popolazione e con migliaia di sms oltre ad un mezzo dotato di altoparlanti che preannunciava la nobile causa.
Amareggiatissimo il presidente Enio Remigio«sono esterrefatto per la quasi totale assenza delle associazioni presenti sul nostro territorio, ho inviato 35 lettere con l'accorato appello di partecipazione alla partita, ho fatto apporre 100 manifesti sul territorio angolano, purtroppo non abbiamo avuto i risultati sperati. Mi auguro che tanti si ravvedano dell'errore fatto e corrano ai ripari, versando nei prossimi giorni il loro contributo al comitato pro ambulanza».
Comunque la Pharmapiù Sport ha incassato 555 euro che nei prossimi giorni verserà sul conto corrente del comitato.
La pallamano giocata tornerà ad ottobre prossimo con l'inizio di una nuova stagione, magari con l'aspirazione di vincere il campionato e tornare in serie A1.
I talenti in casa Città Sant'Angelo ci sono, bisogna continuare a lavorare con loro con impegno e convinzione, magari dotando l'organico con un paio di elementi esperti che diano tranquillità ai giocatori più giovani. La società spera di poter riportare in casacca arancionera il fuoriclasse Nicola D'Arcangelo che negli ultimi due anni ha vestito la maglia dell'Ancona in A1, continuando a risultare uno dei migliori centrali in circolazione.

14/05/2007 10.43