Pallamano A2. Il Cus Chieti vince tra le polemiche

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1109

CITTA' SANT'ANGELO. Emozioni a non finire tra la Pharmapiù Sport e il Cus Chieti, nell'ottava giornata di ritorno del campionato di A2.
Pubblico numerosissimo e appassionato quello visto al Palacastagna.
Il pubblico ha prima applaudito poi negli ultimi due minuti ha protestato vibratamente ai troppi errori commessi dai due cronometristi.
Infatti sono stati ripresi più di una volta dalla coppia arbitrale perché quando chiedevano di bloccare il cronometro, i giudici di tavolo erano decisamente intempestivi, arrecando danni specialmente alla squadra di casa, infatti in netta fase di recupero non ha potuto usufruire di “secondi preziosi”.
A ciò si aggiunga che gli arbitri a sette secondi dalla fine non hanno concesso un rigore su Martellini Mauro che era in fase di risoluzione.
Comunque anche se la Pharmapiù Sport alla fine avrebbe meritato di pareggiare, il Cus Mantini ha legittimato la sua vittoria, non avendo sbagliato quasi nulla e rimanendo particolarmente concentrato nei primi 45 minuti di gioco.
I padroni di casa hanno il rammarico di aver sbagliato due rigori ed una serie incredibili di azioni in fase realizzativa.
Tra gli ospiti ottima la performance del portiere Mariotti ed in fase offensiva il pivot Baldassare, la sua una prova impeccabile tranne il “fallaccio” su Martellini (azione di cui abbiamo parlato precedentemente) che gli ha provocato l'espulsione definitiva per gioco pericoloso ed antisportivo.
Nel primo tempo il Cus Chieti è stato sempre in vantaggio, ma i locali della Pharmapiù Sport sono stati sempre a ruota.
I primi trenta minuti si sono chiusi sul 10 a 12 per gli ospiti.
Nella seconda frazione i teatini addirittura hanno allungato ed al quindicesimo conducevano con sei reti di vantaggio.
A questo punto la svolta, gli angolani salivano in cattedra, cominciando a macinare un bel gioco e aiutati da un impenetrabile Di Cocco recuperavano le reti sei di svantaggio, fino alle fase concitate sopra descritte.
Il match, tra le proteste e confusione si è chiuso con il risultato di 22 a 23 a favore dei cussini che festeggiano gioiosamente consolidando la seconda piazza in classifica generale.
Rendimento ottimo tra le file della Pharmapiù Sport dei giovanissimi Di Cesare e Remigio, autori di due reti a testa e decisivi per il recupero finale. Sabato prossimo ancora un incontro in casa per i ragazzi del Città Sant'Angelo che se la vedranno contro il Cingoli, che sentendo odore di serie B verrà in Abruzzo per conquistare l'intera posta per rimanere in A2.
La società del presidente Remigio parteciperà all'iniziativa benevola di cui si fa promotrice, in occasione dell'ultima giornata di campionato, il 12 maggio aderirà alle iniziative dell'Amministrazione Comunale per l'acquisto di un'autoambulanza.

23/04/2007 7.17