Niente miracolo a Sora, la Humangest boccheggia in fondo alla classifica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

636

PALLANUOTO. Ci voleva un'impresa miracolosa per riuscire a violare la piscina del Sori, ma purtroppo alla Humangest Water Polis il miracolo non è riuscito.
I ragazzi di Paolo Bocchia ci hanno provato fino al terzo tempo, poi però nel quarto tempo la formazione capolista ha accelerato il ritmo e ha vinto con un punteggio numericamente pesante (13-6) che è di sicuro troppo largo rispetto a quanto visto in acqua.
In particolare nel primo tempo, i biancazzurri hanno messo in difficoltà il Sori portandosi sul 3-1 a loro vantaggio e fallendo almeno altre due nitide occasioni per rendere il parziale più pesante.
Ma è chiaro che, quando affronti gente come Dinu o Padovan, non devi sbagliare nulla se vuoi almeno provare a giocartela sino alla fine. Così nel parziale conclusivo la Water Polis ha forse pagato un po' di stanchezza psico-fisica e ha subito troppe controfughe avversarie, facendo arrabbiare il combattivo portiere-allenatore Paolo Bocchia: «Fino all'inizio del quarto tempo avevamo disputato una buona gara, però è inaccettabile subire così tante ripartenze avversarie, quando appena prima della partita ci eravamo detti e ricordati di stare attenti alla loro velocità nel nuoto. Arrabbiato? No, arrabbiato no, ma io le partite vorrei giocarmele tutte quante fino al fischio della sirena. Bisogna anche sottolineare che il Sori è la squadra più forte del campionato, per cui è giusto che abbia vinto questo incontro e che vinca il campionato».
L'arbitraggio dei signori De Meo e Barbieri è stato giudicato poco brillante sia dai liguri sia dagli abruzzesi, tanto per concludere il sunto della cronaca a mente un po' più fredda rispetto a sabato pomeriggio.
Ora la Humangest Water Polis è chiamata a vincere e dovrà farlo sabato alle Naiadi contro un Bologna lanciatissimo verso i play-off, anche perché nei bassifondi della classifica è tutto rimasto immutato. Hanno infatti perso il Modena a Imperia e l'Acilia a Como, mentre il match tra Fiorentina e Cagliari dovrà essere recuperato, per via di un disguido aereo che non ha consentito ai sardi di raggiungere la Toscana.

16/04/2007 12.55