America's Cup, ripartono le regate con i Round Robin

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1052

Oggi 16 aprile alle 14 inizieranno i Round Robin della Louis Vuitton Cup.
Da questo momento la corsa verso la coppa si farà più veloce.
Nessuna cavalleria, nessun occhio di riguardo, nessuna pietà: quello che conta sarà sistematicamente battere gli avversari e portare a casa i punti della sopravvivenza.
Per vedere esultare il primo vincitore non bisognerà attendere troppo: il primo giorno del RR 1 ha in cartellone dei match interessantissimi... nessuno può dire che cosa succederà: sono cambiate le barche, le condizioni meteo e, in qualche occasione, anche gli uomini chiave.

NUMERI E SFIDE

Lunedì 16 aprile – flight 1:
Mascalzone Latino Capitalia Team vs Emirates Team New Zealand.
Il team italiano non ha mai vinto su quello kiwi. Il delta più alto di sconfitta è stato di 2' 58”.

+ 39 Challenge vs Areva Challenge. Il team italiano ha vinto 2 match su 8 disputati. L'ultima vittoria per Percy risale al 16 maggio 2006.

Luna Rossa vs China Team, squadra con cui Spithill non ha mai avuto problemi.

Flight 2:
+ 39 Challenge vs Desafío Español 2007. Percy ha vinto una regata a Jablonski su 5 corse ed è successo l'1 10 del 2005 a Trapani.

MLCT vs Areva Challenge. Il team italiano ha vinto 3 match su 5 disputati e l'ultima vittoria risale al 25 giugno del 2006. 1'31” il delta massimo di vittoria per gli italiani.

Luna Rossa vs Victory Challenge. James Spithill ha vinto sempre sul team di Magnus Holmberg. L'ultima volta è stata il 23 giugno del 2006. Per tre volte, Luna Rossa è stata avanti alla partenza e alla prima boa.

Martedì 17 aprile – flight 3
Luna Rossa vs United Internet Team Germany. Un altro match che non dovrebbe impensierire la barca italiana, che ha vinto tutti gli incontri fino ad oggi.

+ 39 Challenge vs ETNZ. Attenzione a fare pronostici. Non dimentichiamo che il team italiano è stato capace di battere i kiwi in un'occasione: è successo in Svezia il 28 08 2005, durante il Malmo Skane Louis Vuitton Act 6.

flight 4
Luna Rossa vs team Shosholoza. James Spithill fino ad oggi, ha avuto sempre la meglio su Paolo Cian negli scontri diretti. L'ultima volta è successo il 28 giugno del 2006.

MLCT vs Desafío Español 2007. Favini e Gram-Hansen non hanno ancora avuto occasione di battere Karol Jablonski nei match race.

Mercoledì 18 aprile
Flight 5
Luna Rossa vs BMW ORACLE Racing. Parità: su 8 match, quattro sono andati a Luna Rossa. Il delta massimo di vittoria è stato di 1'38” a favore di Chris Dickson e dell'equipaggio americano.

MLCT vs + 39 Challenge. Primo derby della stagione: dal 2005 a oggi, su 5 match in programma, + 39 Challenge ne ha vinti 2 e MLCT ne ha vinti 3 (+ 39 Challenge non è partito in un'occasione). L'ultimo incontro è stato il 24 06 2006 ed è stato a favore di MLCT.

Flight 6
Luna Rossa vs Areva Challenge. James Spithill e Sebastien Col non si sono ancora incontrati in un match race di Coppa; fino ad oggi tutti i match sono stati a favore della barca italiana.

UITG vs Mascalzone Latino CT. Il team italiano ha vinto 4 regate su 5 in programma (di cui due consecutive). Ha perso una volta sola , il 29 09 2005. In un'occasione UITG non è partito.

+ 39 Challenge vs Victory Challenge
Su 5 match corsi, Percy ne ha vinto uno, il 27 08 del 2005.

Giovedì 19 aprile
Flight 7
Luna Rossa vs + 39 Challenge. Ancora un derby italiano. Percy contro Spithill. Fino ad oggi tutti gli scontri diretti sono andati a favore di Luna Rossa Challenge.

Mascalzone Latino Capitalia Team vs China Team. Il team italiano non ha mai perso contro quello cinese nei match race. L'ultimo incontro è stato il 23 giugno. 2'05” il delta massimo di vittoria.

Flight 8
+ 39 Challenge vs BMW ORACLE Racing. Ancora un incontro-scontro per Percy che non ha mai portato a casa un match con il Challenger of Record.

MLCT vs Shosholoza. Bella regata e sicuramente combattuta. Paolo Cian conosce bene il team che aveva guidato nella scorsa edizione ma non ha ancora mai guadagnato un punto nei match race.

Sabato 21 aprile
Flight 9
MLCT vs BMW Oracle R. Fino ad oggi tutti i match sono andati a favore del team americano

Luna Rossa vs ETNZ. Su sette match corsi, Luna Rossa ne ha vinti 2. L'ultima vittoria italiana risale al 16 5 2006 mentre l'ultimo incontro del 24 giugno del 2006 è andato al team kiwi.

+ 39 Challenge vs Shosholoza. Su 6 match in programma e 5 corsi (Shosholoza non è partita una volta), + 39 Challenge ha vinto 5 regate. L'ultima vittoria per Cian risale al 15 maggio del 2006 mentre l'ultimo incontro (24 giugno 2006) è andato a favore del team italiano.

Flight 10
MLCT vs Luna Rossa. Sarà una regata bella e combattuta, anche se fino ad oggi tutti i match sono stati a favore di Luna Rossa.

+ 39 Challenge vs China Team. Su 5 match, China Team è riuscita a strapparne uno al team italiano. È successo il 01 10 del 2005.

Domenica 22 aprile
Flight 11
+ 39 Challenge vs UITG. Sette incontri su sette, un bel record per il team italiano (UITG non ha terminato una regata). L'ultima vittoria sui tedeschi risale al 30 giugno 2006.

MLCT vs Victory Challenge. Su sette incontri, cinque sono andati a MLCT. L'ultima vittoria risale al 30 06 2006. Gli svedesi hanno vinto 2 match (l'ultima volta a maggio del 2006). Il delta finale massimo registrato è di 2'21”, a favore del team svedese.

Luna Rossa vs Desafio Espanol 2007. Su cinque match corsi, quattro sono andati a favore del team italiano. Desafio ha vinto un incontro il 12 maggio del 2006. L'ultima volta che si sono incontrati (24 06 2006) ha vinto Luna Rossa. Il delta finale massimo registrato è stato di 1'36”, a favore di Luna Rossa.

IL FUTURO DELLA COPPA

Ernesto Bertarelli, Alinghi: «Sono molto soddisfatto di come Valencia si sia preparata per l'America's Cup. Durante la parata di ieri sera abbiamo potuto tutti ammirare la bellezza del porto, circondato dalle basi dei team e pieno di pubblico nonostante la pioggia. Credo che ieri sera ci fossero più persone che ad Auckland tre anni fa quando abbiamo vinto la Coppa. L'unico pensiero di Alinghi, ora, è difendere l'America's Cup, saremmo dei pazzi a pensare al formato della prossima edizione».

Larry Ellison, BMW ORACLE Racing: «La 32ma America's Cup è meglio di quanto avessimo previsto. Rispetto a tre anni fa ci sono più team, più nazioni rappresentate, più regate e una maggiore visibilità, con relativi vantaggi economici. L'evento è diventato più emozionante per il pubblico e per i team. Personalmente, sarò sempre in barca fino alla nostra ultima regata, ma il timone sarà sempre nelle mani di Chris Dickson».

Lorenzo Rizzardi, +39 Challenge: «La nostra sfida aveva altre aspettative, ma per una serie di difficoltà non siamo riusciti a prepararci come volevamo. Tuttavia, i problemi hanno reso più compatto e unito il nostro gruppo. Sono orgoglioso del nostro equipaggio e dello shore team. La loro dedizione è totale».

Salvatore Sarno, Team Shosholoza: «In tre anni abbiamo raccolto molta esperienza e il nostro equipaggio ha imparato a fare andare la barca veloce. Non butteremo via quanto abbiamo imparato in questa edizione e crediamo di essere presenti anche la prossima volta».

Jim Farmer, Emirates Team New Zealand: «Il popolo neozelandese è grande appassionato di sport e di vela. Il motivo di maggiore disappunto tre anni fa non è stato perdere l'America's Cup, ma il modo in cui l'abbiamo persa: senza finire due regate e senza essere mai competitivi. Indipendentemente da quale sarà il risultato finale, siamo contenti di essere presenti come sfidanti in Europa e di avere la possibilità di mostrare il nostro orgoglio».

Patrizio Bertelli, Luna Rossa Challenge: «L'unveiling day è stato molto interessante. È cambiato il campo di regata e i progettisti dei team hanno studiato diverse soluzioni. Tuttavia, il contenuto delle barche è molto simile e le regate saranno condizionate dalle condizioni meteo».

Stephane Kandler, Areva Challenge:«La Francia confina con la Spagna e noi siamo pronti a ricevere molti tifosi del nostro paese che, solitamente, è molto attento alle regate oceaniche e in solitario. Abbiamo la possibilità di spiegare ai francesi l'importanza dell'America's Cup, un evento dove conta molto il gioco di squadra».

Johan Stenman, Victory Challenge:
«Se vuoi uscire in mare e vincere, devi prima avere fatto bene i compiti a casa. Sono orgoglioso di essere seduto accanto ad altri uomini di successo. Chiunque riesce a portare una barca sulla linea di partenza di una regata dell'America's Cup è un vincente».

Augustín Zulueta, Desafío Español 2007:
«Il nostro è un team grande. Ovunque andrà l'America's Cup, se l'organizzazione sarà buona come in questa edizione, noi ci saremo».

Vincenzo Onorato, Mascalzone Latino – Capitalia Team: «Non è importante quanti soldi ha un team, ma quando li ha a disposizione. Prima li hai e prima puoi cominciare a lavorare come vuoi. La filosofia del nostro team è il divertimento, sempre. In Nuova Zelanda ci siamo divertiti a imparare, e non solo a bere e con le ragazze; a Valencia il divertimento sarà provare a vincere».

Ralph Dommermuth, United Internet Team Germany: «La nostra sfida ha un grosso seguito in Germania, sui giornali e sulle riviste. Dopo l'Italia, siamo la nazione con la maggiore copertura televisiva».

Chaoyong Wang, China Team: «Con la nostra partecipazione stiamo facendo conoscere l'America's Cup, promuovendo l'evento in tutta l'Asia. In questa edizione il nostro team sta costruendo una piattaforma per il futuro. Il lavoro di squadra e l'innovazione tecnologica richiesti per partecipare alla Coppa sono in linea con lo spirito della nostra società».

16/04/2007 7.55