Pallamano A2. La Pharmapiù ferma la corsa della capolista Ambra sul 24 pari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

867

Pallamano A2. La Pharmapiù ferma la corsa della capolista Ambra sul 24 pari
Gran bella partita quella al Palacastagna tra la Pharmapiù Sport e la pallamano Ambra allenata dall'ex azzurro Sergio Cavicchiolo.
Due squadre che si sono affrontate a viso aperto, senza esasperati tatticismi ed entrambe hanno avuto la possibilità di conquistare i tre punti in palio.
Parte in perfetto equilibrio il match con i settetti in campo a ribettere colpo su colpo, poi al quindicesimo la pallamano Ambra allunga di quattro reti, grazie anche ai due rigori falliti da Gabriele Marcello e Paolucci della Pharmapiù Sport.
Il sostanziale vantaggio dei toscani dura una decina di minuti poi due fantastiche reti consecutive di Gabriele Manuel riportano il risultato in sostanziale equilibrio ed il primo tempo si conclude con la squadra toscana in vantaggio con il risultato di 13 a 11.
Nella seconda parte l'Ambra con i suoi uomini migliori, l'italo argentino Morlacco, il polacco Bednarek e Alessio Freschi cercano di chiudere il match con una serie di tiri impressionante ma le parate del portiere angolano Remi Di Cocco sono determinanti. I suoi interventi danno nuovo slancio e vigore ai suoi compagni e la Pharmapiù Sport al ventesimo del secondo prima pareggia e conseguentemente si porta in vantaggio con una rete molto bella dell'allenatore-giocatore De Luca.
Ottima tra gli orange anche la performance dell'ala Presutti che chiamato nel secondo tempo a sostituire Marzuoli piazza alle spalle del portiere ospite quattro reti di pregevole fattura.
Gli ultimi minuti sono molto tesi e coinvolgenti è, comunque, la squadra di casa ad avere la possibilità di vincere l'incontro, purtroppo un paio di errori in difesa e in attacco non capitalizzano lo sforzo collettivo.
A cinque secondi ed in doppia superiorità numerica la Pharmapiù Sport spreca anche la palla della vittoria non riuscendo a scalare sulle ali che avrebbe permesso alla squadra del presidente Remigio di conquistare i tre punti in palio.
Alla fine dei sessanta minuti il risultato si blocca sul 24 pari con le squadre a salutarsi sportivamente e a raccogliere gli scroscianti applausi del divertito pubblico accorso al palasport di Città Sant'Angelo. Buona anche la conduzione arbitrale dei signori Marcelli Alessandro e Marcelli Massimiliano.
La Pharmapiù consolida la sesta piazza e l'Ambra che non subisce particolari traumi dallo stop, infatti le inseguitrici, il Cus Chieti ed il Campobasso non approfittano della giornata ma vengono severamente entrambe punite, la prima dalla Roma con il risultato schiacciante di 38 a 29 e la seconda battuta dal Castenaso per 23 a 21.

Risultati della quarta di ritorno: Cingoli 31-Ascoli 26; Roma 38-Chieti 29, Pharmapiù Sport 24-Ambra 24; Castenaso 23- Campobasso 21, Fondi 29- Falconara 15; Massa Marittima 32-Gaeta 35.
Classifica: Ambra 40, Chieti 30, Campobasso 29, Fondi 28, Castenaso e Ascoli 25, Pharmapiù Sport Città Sant'Angelo 22, Gaeta 19, Falconara 13, Massa Marittima 12, Roma 10, Cingoli 9.
21/03/2007 17.01