L'ex Ferrante: «Pescara, non cerco alcuna rivincita»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1957

VERONA. Torna a parlare il grande ex Marco Ferrante e lo fa utilizzando, almeno all'apparenza, parole concilianti. L'attaccante 36enne rientrerà proprio contro il Pescara dopo aver scontato un turno di squalifica.
«Non cerco alcuna rivincita nei confronti del Pescara», ha detto, «e non voglio fomentare nessuna polemica. Anzi ringrazio i dirigenti per avere creduto in me ad inizio campionato. Purtroppo però le cose non sono andate come tutti speravamo. A Pescara ho lasciato tanti amici e qualche volta sento al telefono i miei ex compagni. Il Pescara è una squadra come tutte le altre, per me non c'è differenza. La mia esperienza in Abruzzo si è chiusa e porto rispetto per la dirigenza adriatica. In questo momento», ha aggiunto Ferrante, «sono una nostra diretta concorrente per la salvezza e dobbiamo pensare solamente a vincere. Quando scendi in campo dimentichi tutto ed ora i gol li devo fare per la mia attuale squadra, il Verona. Sono orgoglioso di vestire la maglia di questa storica società e non piango mai sul latte versato. Non penso assolutamente al gol dell'ex ma solamente alla vittoria del Verona. I tre punti sabato per noi sono troppo importanti. Sono comunque convinto che siamo un'ottima squadra, indubbiamente abbiamo tutte le carte in regola per salvarci. Anzi scommetterei ad occhi chiusi sulla nostra permanenza in serie B».

NOTIZIARIO

Continuano gli allenamenti del Pescara in vista della delicata trasferta di Verona. La squadra ha svolto una doppia seduta allo stadio Adriatico.
Nella mattinata Vivarini e De Rosa hanno fatto svolgere ai ragazzi lavori basati sulla forza e sulla reattività. Nel pomeriggio, il gruppo si è impegnato principalmente sugli aspetti tattici sempre agli ordini dei due tecnici. Assenti nella seduta pomeridiana Delli Carri e Mora.
Il primo è alle prese con qualche fastidio al polpaccio mentre l'ex difensore del Bari accusa un lieve attacco influenzale. Entrambi dovrebbero tornare ad allenarsi oggi stesso. Ad ogni modo non ci dovrebbero essere complicazioni circa la loro presenza sabato a Verona. Oggi pomeriggio, classica amichevole di metà settimana contro la formazione degli allievi, allenata da Di Battista.

CORI RAZZISTI: MULTA AL PESCARA DI 15MILA EURO

Nel frattempo il giudice sportivo ha inflitto al Pescara una ammenda di 15.000 euro per cori razzisti effettuati all'indirizzo del giocatore di colore Doudou, nel corso dell'ultima gara in casa dei biancazzurri con il Cesena.
E' la prima volta che il sodalizio di via Mazzarino viene punito per questo tipo di gesti. Pescara si è sempre distinta per la civiltà e la sportività dei propri tifosi. Non a caso, i “bu” razzisti di pochi imbecilli sono stati subito subissati dai fischi dei tifosi presenti all'interno dello stadio.

OGGI LA PRIMAVERA DEL PESCARA AFFRONTA L'INTER

Appuntamento con la storia per la primavera biancazzurra che oggi pomeriggio affronta i pari età dell'Inter nella semifinale di ritorno della Coppa Italia di categoria. L'andata ha visto il netto successo dei giovani pescaresi per 2-0, grazie a due reti di pregevole fattura realizzate dall'attaccante Marco Di Matteo e dall'esterno Ivan Vellucci. La gara, il cui fischio d'inizio è fissato per le ore 14.30, si disputa nell'avveniristico centro sportivo nerazzurro di Interello, uno dei più attrezzati d'Italia. Mister Cetteo Di Mascio dovrà rinunciare a Marco Di Matteo, alle prese con qualche problemino muscolare. Formazione-tipo invece per il tecnico interista che potrà contare su tutti i propri effettivi.
Esposito dispone in rosa di diversi elementi che hanno già fatto il loro esordio in serie A. Sono i difensori Bonucci e Fautario, i centrocampisti Filkor, Boumsong e Marooufi e la punta Slavkovki.
La vincente di Pescara-Inter affronterà in finale la Juventus.
I sportivi abruzzesi possono seguire la diretta dell'incontro anche su Sky con commento di Ghisoni e Nava.

Andrea Sacchini 28/02/2007