Basket. Jack Michael Martinez al Siviglia Wear Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

936

TERAMO. Colpo del Siviglia Wear Teramo del Presidente Carlo Antonetti che, nella giornata odierna, ha firmato l'ala centro Jack Michael Martinez, proveniente dalla Legea Scafati, società con la quale è stato impiegato in questa prima parte di stagione.
Si tratta di un'atleta di 203cm per 107kg, nato il 12/10/1981, nazionale Dominicano con esperienze rilevanti in Spagna, Cile, Portorico, Venezuela e Francia, uscito dal college di Miami, in Florida.
Martinez è un giocatore sopratutto interno, dalle ottime doti di rimbalzista sia in attacco che in difesa, dotato di un buon tiro e con ottime doti di passatore, distintosi nel tempo soprattutto per la grinta e l' “animus “pugnandi” messi in mostra che, di fatto, lo etichettano come un vero e proprio trascinatore.
Il neo-arrivo biancorosso aveva iniziato la stagione corrente a Scafati, dopo aver cominciato il suo percorso cestistico Europeo nella vicina Roseto, nella stagione 2005/06.
In particolare, in terra campana, aveva disputato sinora 13 partite, con una media di 13.8 punti segnati (47% da due e quasi il 56% nei tiri liberi) e 9.4 rimbalzi partita, con una valutazione che sfiora i 17 in oltre 31 minuti di utilizzo per gara
Prima dell'esperienza Italiana, aveva giocato nel campionato portoricano con la compagine dell'Atleticos de San German, dopo aver provato con il team NBA dei Portland Trail Blazer ed aver partecipato al camp dei Los Angeles Lakers.
La Teramo Basket comunica che, nella giornata odierna, è stata siglata la rescissione consensuale del contratto con l'atleta Norman Nolan.
La società esprime un sentito ringraziamento al giocatore che, nei mesi di militanza con la canotta del Siviglia Wear, ha offerto un fattivo contributo tecnico e si è fatto apprezzare per le sue doti umane.
La Teramo Basket gli augura le migliori fortune professionali per la stagione presente e quelle future.

LA 16° GIORNATA

La sedicesima giornata del Campionato di Basket di Serie A TIM propone, per il Siviglia Wear Teramo, una difficilissima quanto affascinante trasferta in terra felsinea, ospite della capoclassifica Virtus VidiVici Bologna, nello storico impianto del PalaMalaguti di Casalecchio di Reno (domenica 21 gennaio, palla a due ore 18:15).
La pluriscudettata Virtus Bologna, guidata dall'ex coach di Avellino Zare Markovski, al secondo anno da head coach delle “V-nere”, è in testa alla classifica da inizio torneo, grazie anche ad un avvio di campionato strepitoso, costituito da una striscia vincente di 6 successi in altrettante gare, arrestatasi (solo parzialmente) con l'unica sconfitta interna stagionale sinora maturata, contro la Benetton Treviso. Il roboante bilancio complessivo virtussino, parla di 12 vittorie (equamente distribuite tra quelle casalinghe e quelle esterne) e sole 3 sconfitte.
Il Siviglia Wear Teramo, d'altro canto, viene dalla sconfitta esterna subita per opera dell'altra Virtus, la Lottomatica Roma, e proverà, anche grazie al debutto ufficiale dell'ultimo arrivo in casa biancorossa, l'ala centro Dominicana Jack Martinez, l'ardua missione di migliorare il proprio score stagionale lontano dalle mura amiche del PalaScapriano, alla vigilia di un vero e proprio tour de force imposto dal calendario, per guardare al futuro con rinnovato ottimismo, pur consapevole del notevole grado di difficoltà e delle insidie che nasconde questo match.
In proposito, ecco il pensiero di coach Luca Dalmonte: “Dobbiamo percorrere due vie: la prima, chiaramente, è quella di preparare nei minimi dettagli la trasferta contro la Virtus a Bologna e l'altra è quella di ottimizzare il pochissimo tempo a disposizione per l'inserimento di Martinez.
Le due vie si dovranno incrociare domenica, affinché il risultato del secondo punto possa incidere sul primo.
I dati oggettivi sono che giochiamo contro la squadra che comanda il campionato sin dalla prima giornata ed il brevissimo tempo per far entrare nei meccanismi del nostro team, il neo-arrivo Jack Martinez.
Ma questi due dati oggettivi, devono essere sommati a quelli soggettivi di volontà e disponibilità, di tutti ed in tutte le direzioni, per essere preparati al meglio per il match.
Sintetizzo quindi dicendo che, aldilà degli elementi sovra-citati, vogliamo essere pronti per giocare la miglior partita possibile”.
Pur ricordando l'elevata profondità e l'importanza del roster a disposizione di coach Markovski, rimane ancora in dubbio la presenza del forte playmaker americano Travis Best, mentre in casa teramana, oltre al solito fastidio con cui sta necessariamente convivendo da qualche mese LeRoy Hurd, qualche problemino è stato accusato nelle ultime ore anche dal centro Mike Bernard che, tuttavia, non dovrebbe pregiudicarne la presenza sul parquet bolognese.
Solamente due sono, infine, i precedenti tra le due squadre, con un bilancio in perfetto equilibrio (1 successo per parte).

19/01/2007 11.12