Tutte le prime volte della Champ car 2007

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1924

Tutte le prime volte della Champ car 2007
LAS VEGAS. Mancano circa ottanta giorni al “grande evento”, che la città che non dorme mai organizzerà il 9 di aprile, ed il quadro descritto dagli organizzatori appare, di gran lunga, più roseo di quanto la Champ potesse sperare.
Las Vegas nel passato ha presentato gare di primo grado ma la precaria organizzazione e circostanze accoppiate al clima torrido, hanno fatto registrare risultati non certo esaltanti.
Questa volta la corsa inaugurale del campionato Champ car si snoderà nel “circondario” della nota Freemont Street, fiancheggiante gran parte della miriade di Casinò, il cui fondo stradale e' stato rimesso a nuovo al costo di mezzo milione di dollari. E tanto basta.
«Non potevamo ottenere miglior risultato», commenta il presidente dell'organizzazione, Jim Freudenberg, che trova eco favorevole da parte dei “capi” della serie Jerry Forsythe e Kevin Kalkhoven.
«Siamo in grado», prosegue Freudenberg «di confermare con grande anticipo la vendita dei biglietti della tribuna centrale, e le altre sparse lungo il percorso, capaci di accogliere oltre 40mila spettatori, mentre i biglietti d'ingresso sono stati venduti per l'80% della capienza».
Il tracciato sarà lungo 2.4 miglia, «Sarà un festival motoristico d'eccezione», commenta il sindaco della città del gioco d'azzardo, Oscar Goodman. «Noi saremo di esempio per le altre piste che ospiteranno i piloti della serie».
Infatti, anche la città di Phoenix (Arizona) che offrirà il gran gala finale il 2 dicembre 2007 sta gettando le basi di un programma simile a quello di Las Vegas, fatto di concerti, serate pugilistiche, tre diverse gare di altre serie corredate da lussuose manifestazioni.




ASSEN E ZOLDER

Febbrile attività regna anche nelle città di Assen (Olanda) e Zolder per le due gare Champ car del 2 e 9 settembre.
La città olandese, che vanta una delle piste più lunghe d'Europa (3.75 miglia) ha già ridotto il tracciato a 2.95 miglia,offrendo così anche un maggior numero di giri.
E' in allestimento
anche un parcheggio supplementare per 7.000 veicoli, oltre ad un ingresso lussuoso e nell'area adiacente la pista verrà innalzato un parco divertimenti poco distante dalla nuova tribuna che ospiterà altri 7500 spettatori, mentre sono in via di costruzione un hotel ed un museo di macchine antiche. Zolder non sarà da meno.
Su richiesta della Champ car, un'ampia curva troppo veloce e pericolosa, e' stata ridotta a mo' di chicane onde rallentare la velocità, mentre alcuni altopiani, non certo graditi dai piloti, stanno subendo piccole sfumatura che renderanno i dislivelli più abbordabili.


LONG BEACH

Per la prima volta, dopo 32 anni di vita, la Montecarlo del West segnerà il passo per dare la precedenza a Las Vegas.
«Noi siamo stati sempre la “regina” delle corse,” si commenta in seno alla
organizzazione californiana, ma pur dando la precedenza a Las Vegas non perderemo il prestigio e l'importanza di sempre».
Infatti, Long Beach aprirà il 15 aprile seguita il 22 aprile dalla industriale
Houston (Texas), che, a detta della stampa non sarà certo «terza a nessuno».
Un vero tour de force che tuttavia soddisferà i dirigenti di Indianapolis i quali avranno un mese per prepararsi al viaggio verso Zhuhai (Cina) -20 maggio- sulla cui pista, come noto, hanno gareggiato alcune serie europee non tutte con successo per mancanza di pubblico problemi tecnici.
La stampa Usa lamenta l'annunciata
assenza dei piloti Champ car dalla 500 miglia di Indy-per contrasto di date-ma sembra che, quest'anno, Tony George non avrà problemi di scelta numerica. Infatti e' di questa settimana “l'esame fisico” di 45 candidati/ piloti mentre sono previsti altri 25 concorrenti nelle prossime settimane.
Con tutta questa grazia di Dio, il boss dello speedway potrebbe inscenare... una 24 ore simile a Daytona per la quale si sta preparando dopo un primo incontro col minaccioso muretto floridiano dal quale e' uscito incolume.
Intanto, il 22 prossimo, e per tre giorni, sul mitico percorso di Sebring quasi tutti i team annunceranno le loro formazioni provando, per la prima volta, la nuova Panoz che in questi giorni hanno subito qualche necessario ritocco da parte dei tecnici e meccanici delle rispettive squadre.
A proposito di “prima volta” anche la prima partenza da fermi della Champ car avra' luogo in occasione del primo G.P.di Las Vegas.
Insomma, sono davvero molte le “prime volte” di questa Champ car 2007 che si spera siano foriere di buone nuove.

Lino Manocchia 16/01/2007 8.58