Pescara calcio: rata Irpef pagata e Mora e La Vista in prestito dal Bari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1154

PESCARA. La società Pescara calcio evita ulteriori due punti di penalizzazione grazie al pagamento entro i termini previsti della rata Irpef di gennaio. La stessa rata è stata onorata - secondo una nota ufficiale della stessa società biancazzurra- grazie all'intervento di Dante Paterna e al tempestivo interessamento della Caripe che, su scorta della fideiussione dello stesso, ha provveduto all'addebitamento su conto corrente.
Paterna resterà debitore della Caripe anche in caso di acquisto completo della società da parte di Angelo Renzetti.
Capitolo trasferimenti.
Dopo lunghi giorni di immobilismo pressoché totale in sede di calciomercato invernale, finalmente il Pescara piazza i primi due colpi importanti.
Nel pomeriggio di ieri, infatti, sono stati ufficializzati gli ingaggi del centrocampista Giorgio La Vista e del difensore Nicola Mora. Entrambi, provenienti dal Bari, sono stati prelevati dal sodalizio di via Mazzarino con la formula del prestito secco fino a giugno.



NICOLA MORA

Nicola Mora è sicuramente l'elemento di cui il Pescara aveva bisogno per risolvere il gravoso problema riguardo la carenza di un terzino sinistro di ruolo nella rosa.
Il difensore, classe 1979, è un mancino naturale ma può essere impiegato con ampie garanzie anche sull'out di destra. Malgrado Mora venga da un paio di stagioni altamente deludenti, il giocatore è dotato innegabilmente di una discreta tecnica di base e buona velocità; conta alcune presenze nella nazionale italiana Under 21.
Nel campionato in corso, il 28enne difensore ex Bari è stato impiegato dal tecnico Rolando Maran in sole quattro occasioni. Mora nella sua carriera ha vestito anche le maglie di Napoli, Piacenza, Parma e Torino.
Lo stesso, che ha scelto la casacca numero 13 in barba alla sfortuna, ha un contratto che lo lega con i pugliesi fino a giugno 2008 e giunge a Pescara in prestito gratuito con una gran voglia di riscatto. Ad ogni modo, i tifosi si augurano di aver trovato il nuovo “Pesaresi”, la cui cessione in estate non ha ancora ricevuto una esauriente spiegazione da parte della vecchia società.
La sua grande adattabilità in più ruoli di difesa, potrebbe davvero essere utile nel proseguo del campionato degli adriatici. I dirigenti del delfino inoltre, nell'ingaggiare il giocatore, contano molto sulla voglia di rivalsa dello stesso dopo un paio di campionati decisamente al di sotto del proprio bagaglio tecnico.
Ecco le sue prime parole da biancazzurro:
«Avevo voglia di rimettermi in discussione dopo alcuni campionati difficili e Pescara penso sia la piazza giusta. La situazione è molto difficile è inutile negarlo, ma personalmente credo nella salvezza altrimenti non avrei accettato questa offerta. Vado via da Bari senza rimpianti anche se ultimamente non ho giocato molto. Riguardo la mia condizione, sono vittima di una piccola contrattura ma spero di essere già abile e arruolabile per la trasferta di Brescia».

GIORGIO LA VISTA

Classe 1979, Giorgio La Vista è un jolly offensivo capace di ricoprire più ruoli a centrocampo. Nella sue esperienze alla Fermana e all'Ascoli, ha giocato da ala destra, da esterno sinistro e da fantasista dietro le punte. Talvolta è stato anche schierato come regista di centrocampo al fianco di un incontrista puro. Sicuramente un ottimo colpo per il sodalizio di Via Mazzarino l'essersi aggiudicato, ad un prezzo stracciato, un elemento molto positivo le cui peculiarità principali sono buona tecnica, grande velocità e notevole adattabilità tattica ad ogni ruolo di centrocampo.
Malgrado nelle ultime due stagioni abbia realizzato solo tre gol, il 28enne centrocampista nato a nei suoi trascorsi con le squadre marchigiane (Ascoli e Fermana, ndr) ha sempre dimostrato di avere un ottimo fiuto per il gol. In particolare con la maglia dei canarini nel campionato è andato a segno sei volte in 31 incontri. L'anno precedente cinque reti in 25 gare. In qualunque ruolo sarà impiegato, La Vista sicuramente rappresenterà un'arma in più per il reparto offensivo pescarese, in palese crisi di gol dall'inizio della stagione e quasi mai pericoloso sotto porta avversaria. I suoi inserimenti in zona-gol potrebbero rappresentare una soluzione d'attacco in più per il giovane tecnico Vivarini. La Vista, che ha scelto la casacca numero 82, non ha rinnovato il contratto che lo lega a Bari fino al Giugno del 2007, pertanto la sua permanenza a Pescara potrebbe prolungarsi più a lungo del semplice prestito fino al termine della stagione.
Ecco le sue prime dichiarazioni rilasciate sul sito ufficiale della società:
«Sono molto felice di indossare finalmente questa maglia. Dovrò lavorare duro per ritrovare la forma che arriverà presto. Sono molto motivato e voglioso di far bene. Possiamo ancora salvarci in quanto il campionato è ancora molto lungo. Riguardo la mia posizione in campo, posso giocare indifferentemente sulle fasce, dietro le punte o da trequartista».

NOTIZIARIO

In vista della gara di sabato a Brescia, il Pescara dovrà fare a meno del difensore Alessandro Zoppetti, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Nel Brescia squalificato per una giornata il centrocampista Mareco. Nel frattempo ieri pomeriggio la squadra è tornata ad allenarsi allo stadio “Adriatico” in vista della prossima sfida al “Rigamonti” di Brescia contro le rondinelle. Qualche problema per Gonnella, non al meglio della condizione a causa di un fastidioso mal di schiena. Per il resto infermeria quasi vuota. De Falco è tornato ad allenarsi regolarmente con i compagni dopo aver smaltito l'infortunio che lo ha costretto al forfait nella gara vittoriosa contro il Genoa. Il solo Ferrante è rimasto ai Box a causa di un problema ai gemelli della gamba sinistra. Alla seduta hanno partecipato anche i neo-arrivi Mora e La Vista. La squadra si ritroverà oggi in mattinata allo stadio e al pomeriggio al campo “Vestina” di Montesilvano.
Nota a margine. I giocatori ed i tecnici del Pescara, hanno deciso di prolungare il silenzio stampa almeno fino alla prossima gara in programma sabato prossimo a Brescia nel tentativo di tenere alta la concentrazione.

Andrea Sacchini 16/01/2007 9.02