Arti marziali. Prove tecniche di Pechino 2008 a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1349

Arti marziali. Prove tecniche di Pechino 2008 a Pescara
PESCARA. "Profumo di Cina", questo il nome dell'evento che ieri sera si è svolto a Pescara tra il divertimento e l'ammirazione del pubblico e lo sguardo attento dell'ambasciatore cinese, Dong Jiyi, il dirigente dell'ufficio culturale Xu Gang, il consigliere culturale Zhang Jianda, insieme al sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, e il presidente del consiglio regionale Marino Roselli.
Lo spettacolo, tutto centrato sulla cultura delle arti marziali orientali, ha presentato, in anteprima, l'esibizione che avrà luogo alle prossime olimpiadi di Pechino 2008 con coreografie e esercizi proposti in progressione.
L'evento è stato diretto dal maestro Osvaldo Taresco, IV Duan, docente di scienze motorie presso l'Università D'Annunzio e commissario tecnico della nazionale italiana.
«La nazionale cinese ha accettato di esibirsi a Pescara», precisa il maestro Tresco, come segno della stima e dell'onore che stanno caratterizzando gli atleti italiani negli ultimi anni. Hanno presentato in anteprima l'esibizione di Pechino 2008 con esercizi a corpo libero e armi dimostrative. E' l'occasione», continua il Ct, «per apprezzare il sottile aspetto culturale dell'antica disciplina delle arti marziali, antica di migliaia di anni e tramandata da maestro ad allievo».
Spazio anche per gli sportivi pescaresi Danilo Taresco, Francesco De Tulio e Andrea Eolini, atleti della nazionale italiana di Sanda appena rientrati dai campionati europei di Lignano Sabbiadoro, la scorsa settimana, con un bottino di ben 8 medaglie.
20/11/2006 9.23