Per il Pescara e' notte fonda, la Triestina "passeggia" 2-1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1507

TRIESTE: Un disastro. Non c'è nessun altro termine che potrebbe riassumere meglio la prestazione davvero imbarazzante fornita oggi (ieri per chi legge) dal Pescara. Una squadra senza nerbo e priva completamente di cattiveria agonistica. Si è davvero raggiunto il punto più basso dall'inizio del campionato. Che il risultato non inganni, la Triestina vittoriosa per due a uno ha letteralmente "passeggiato" in campo su ciò che resta del Pescara. Decisamente la peggiore squadra dagli ultimi anni a questa parte. Della prestazione davvero non c'è nulla da salvare a parte qualche sporadica iniziativa individuale dei "soliti" Antonelli e Martini, decisamente gli unici a mettere il cuore in campo dal primo all'ultimo minuto. A questo punto è chiaro che la squadra sembra aver già riposto i remi in barca. Sono parole dure ma davvero all'orizzonte non si profila nulla di positivo. A questo punto è troppo chiaro che se alla salvezza non ci credono gli stessi tecnici e calciatori allora chi ci deve credere...
La difesa con Spadavecchia in primis è stata inguardabile. Ma perchè al posto di un portiere ormai "terrorizzato" da ogni pallone che viene scodellato all'interno della sua area di rigore non viene lasciato fuori per far posto ad uno dei tanti giovani promettenti del vivaio? L'amara considerazione scaturisce dal fatto che veramente è difficile fare peggio di ciò che fino ad ora ha fatto l'ex portiere prelevato in estate dal Bari. I tifosi danno tutto seguendo i propri beniamini in ogni dove ma sono costantemente costretti a digerire bocconi amarissimi. Limitandoci alla gara di oggi(ieri ndr) si è consumata l'ennesima beffa: che rabbia vedere con la maglia della Triestina correre, crossare, giocare bene e segnare Pesaresi che con troppa leggerezza è stato fatto partire al termine della positiva annata scorsa. Questo non è catastrofismo ma è la pura e cruda realtà. Ormai in riva all'Adriatico non funziona più nulla. E' vero, siamo solo all' inizio del campionato ma è davvero difficile anche solo pensare ad una possibile risalita dei biancazzurri in classifica. Se eventualmente al termine del girone di andata il Pescara non dovesse svoltare con almeno 20 punti anche il mercato di Gennaio perderebbe senso. La nave sta affondando e per ora nulla e nessuno può impedirlo.
Ammazzalorso all'indomani dell'ennesima disfatta potrebbe anche meditare le dimissioni. Per un delfino in stato comatoso, però, è alquanto indifferente un altro cambio al timone della squadra perchè nessuno ne trarrebbe vantaggi. Bisogna arrivare fino al termine della stagione sperando che questo torneo duri il meno possibile.


I GOL DELLA SERATA:

MINUTO 32: Triestina in vantaggio proprio con l'ex Pesaresi. L'ottimo terzino da fuori area lascia partire un sinistro non impossibile sul quale l'incerto Spadavecchia si "addormenta" guardando come ipnotizzato il pallone infilarsi nell'angolino basso.

MINUTO 47(st): Pareggio illusorio del Pescara. Sulla punizione calciata da Antonelli il portiere triestino Generoso Rossi non trattiene la sfera; Martini, pronto e lesto ad arpionare la stessa, insacca il pallone del momentaneo pareggio. Triestina uno Pescara uno ma la gioia del pari durerà ben poco.

MINUTO 69: Definitivo due a uno dei giuliani. Allegretti trova il corridoio giusto per l'inserimento di Piovaccari che sul filo del fuorigioco batte Spadavecchia in uscita. La partita non subisce più grossi sussulti e per il Pescara è davvero notte fonda.


IL TABELLINO, TRIESTINA-PESCARA 2-1 (1-0):

MARCATORI: 32' pt Pesaresi (T); 2' Martini (P), 19' st Piovaccari (T)
TRIESTINA (4-4-2): Rossi; Pivotto, Kyriazis, Mignani, Pesaresi; Marchini, Gorgone, Allegretti, Testini; Graffiedi (47' st Abruzzese), Piovaccari (41' st Ruopolo). (Dei, Groppi, Briano, Rosetti, Eliakwu). All. Agostinelli.
PESCARA (4-5-1): Spadavecchia; Demartis, Olivieri, Delli Carri, De Falco; Rigoni (1' st Gautieri), Luci, Carozza (1' st Martini), Papini, Antonelli; Ferrante. (Di Girolamo, Aquilanti, Zoppetti, Felci, Moscardi). All. Ammazzalorso.
ARBITRO: Lena di Ciampino
NOTE IMPORTANTI: serata umida, terreno in buone condizioni. Espulso al 44' st Luci (P) per doppia ammonizione. Ammoniti Antonelli (P), Olivieri (P), Delli Carri (P), Pivotto (T), Kyriazis (T), Graffiedi (T). Recupero 1' pt, 3' st. Spettatori 7.500 circa.


LA CAF CONFERMA IL PUNTO DI PENALIZZAZIONE:

Come se l'ennesima disastrosa sconfitta non fosse sufficiente, nella serata di ieri la CAF ha confermato il "meno uno" in classifica degli abruzzesi unita all'inibizione di sei mesi a carico del patron del sodalizio di Via Mazzarino Dante Paterna a causa del mancato pagamento in tempo dei contributi Irpef. A nulla è servito l'ottimismo della società in quanto la penalizzazione non è stata di fatto cancellata. Di seguito riportiamo il comunicato ufficiale della Pescara Calcio S.P.A.:
«I reclami avverso le decisioni della Commissione Disciplinare di infliggere un punto di penalizzazione in classifica e sei mesi di squalifica al Presidente Dante Paterna sono stati dichiarati dalla Commissione d'Appello Federale "inammissibili" per un mero cavillo procedurale. Profondo rammarico da parte di tutta la Pescara Calcio in quanto non è stato possibile approfondire gli argomenti di merito. I legali della società, ai quali va tutto il nostro ringraziamento per il lavoro svolto e l'impegno dimostrato, si stanno già adoperando al fine di adire la Camera di Conciliazione presso il CONI per poter finalmente dimostrare la correttezza amministrativa sempre utilizzata dalla Pescara Calcio».

Andrea Sacchini 18/11/2006 10.01