Champ car, Bourdais vince anche a Città del Messico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

972

Champ car, Bourdais  vince anche a Città del Messico
CITTA' DEL MESSICO. Il ritmo di danze frenetiche fra merenghe, tango, mambo ha riempito l'aria di musica calda, nel frequentatissimo “TuTu Tango” e negli altri popolari “nights” della superpopolata metropoli.
Il momento tanto atteso alla fine è arrivato: il G.P. del Messico che la ditta Telmex ha organizzato con la Champ car.
La vigilia è trascorsa veloce tra prove e qualifiche che ha visto inutilmente il francese Sebastian Bourdais strappare la pole all'inglese Justin Wilson sceso in campo con uno speciale avambraccio che gli consentiva di guidare.
Nei paddock un via vai di visitatori, esperti e invitati che agitavano
un po' il mercato futuro della serie.
Da Assen l'organizzatore del progettato G.P. olandese, Lee Van Dain insieme all'organizzatore di Zolder, Bart Riethbregen interessati a conoscere gli oscuri meandri di un G.P.









Paul Stoddart, di ritorno dalla natia Australia e constatato lo stato di salute della sua Ozjet, la linea aerea, ha riconfermato che il 2007 sara' l'anno del ritorno del team Minardi.
«L'accordo», spiega Keven Kalkhoven «e' talmente “salutare” che fa prevedere la presenza di tre macchine».
Il patron del team Pacific Coast Motorsport, Tyler Taidevic ed il
manager Michael Hawey, hanno offerto un quadro delle due nuove squadre che si avvarranno della guida dei piloti americani Alex Figgs e Ryan Dalzig. La situazione Bob Gelles è tutt'ora sospesa in aria.
Il milionario della Virginia sembra si sia raffreddato «soltanto per adesso».
Gelles che ha intrapreso una campagna troppo numerosa ed impegnativa con tre diverse serie. Non ha negato la notizia pertanto dobbiamo attendere.

RUSPORT VENDE

Come da noi anticipato la Rusport di Carl Russo ha ceduto il suo complesso, forzato dai possessori di azioni della ditta Cintrex dell'italo americano che precisa «E' una impresa sovrumana. Non si possono ”coltivare” miliardi di investimenti tecnologici e guidare due team che lottano intorno al mondo. Jaremy Dale resta alla direzione dei due teams».
Alla resa dei conti della seconda prova di qualifica, Justin Wilslon ha provocato stupore e soddisfazione.
L'infortunato inglese ha distaccato Bourdais, col motore in calo, tra gli applausi dei simpatizzanti e con Junqueira terzo.
La cerimonia è culminata con l'elezione della Miss Champ car 2006 tra le nove finaliste.(foto)




LA CORSA
I concorrenti hanno sfilato dinanzi alle tribune, mentre il sole solo per poco ha spazzato via nuvoloni minacciosi.
Dopo 30 giri dell'autodromo “Fratelli Rodriguez” i concorrenti però sono costretti a mettere le gomme per acqua. Dopo l'operazione, Wilson riprende il comando con Bourdais.
Ci si avvicina al 40° dei 66 giri in programma e Will Power si accosta a Junqueira con Tagliani e Philippe sulla scia.
Bourdais dista 6,505 secondi ma a 20 giri dalla fine chiede forza al suo motore che, evidentemente ha risposto a dovere dopo il calo della vigilia.
Buddy Rice è nono, Martinez decimo mentre Kathy Legge incappata in un contatto con Mario Domingue.
Power regge bene con l'acqua tanto da superare Bruno Junqueira
mentre Bourdais rosicchia qualche decimo di secondo.
Eppure l'avvincente duello tra l'inglese ed il francese fa trattenere il fiato alla straripante massa.
Bourdais si porta a ridosso di Wilson che resiste, ma a due giri dalla bandiera a scacchi, il neo campione che ha seguito attaccato alla “coda” di Justin tenta il tutto per tutto ed alla chicane lo infila di fianco, toccandolo quel tanto che gli fa perdere la posizione e attraversare l'erba.
Da quel momento il pilota di Paul Newman e Carl Haas prende in pugno il suo prestigioso settimo successo stagionale.
E' stato un successo combattuto, meritato da Sebastian, corollario della Champ car che ha mandato a casa una folla straripante la quale ha sfidato la pioggia.
Indubbiamente il miglior spettacolo dell'anno della Champ car.
Bravo Sebastian, e auguri a Wilson nel 2007 con il nuovo
Team.
Lino Manocchia SSNphoto.com