Allmendinger lascia la Champ Car

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1066

Allmendinger lascia la Champ Car
WHEELING. Circondato da tre telefoni “rossi”, Gerald ”Jerry” Forsythe, alieno dall'esibizionismo, allergico alle pose, all'enfasi, alla pubblicità,osserva una
dozzina di foto, del G.P, australiano.
Affabile, premuroso, cortese, dal tono flemmatico e didattico, instillato dall'esperienza, Jerry dice quel che ha da dire, e ha sempre
qualcosa da dire. Va diritto al sodo, con la perentorietà di chi non ha dubbi. E' stato così anche prima di compiere il “miracolo” della resurrezione della categoria che gli stava tanto a cuore: La Cart.
Fa tesoro dei consigli che riceve?
«Li ascolto, poi decido io».

C'e' successo senz'audacia?
«Penso di no. Ma l'audacia va calcolata».

Per Jerry Forsythe l'automobilismo e' più una passione o una missione?
«Passione e missione sono inscindibili».

Soddisfatto dei risultati ottenuti sin qui?
«Non posso lamentarmi. Son trascorse 15 settimane combattive, il più delle volte vittoriose; ora ci “armiamo” per lanciare un'altro anno cantando “Tanti auguri... a te” Champ car, carico di novità».

Vogliamo fare una rapida rassegna delle giornate australiane, trascorse nella più schietta festività da 312 mila spettatori?
«Successo pieno, molte luci gialle, qualche irregolarità e qualche punizione,
non tutte regolari e rinnovo del contratto valido sino al 2013».

Qui Forsythe cita il sorpasso di Tracy su Dominguez(foto) per evitare un botto contro il muro, ed ancora l'uscita dal pit, il contatto con Will Power (discutibile), il taglio della gomma, e quel taglio della cichane per evitare il peggio.
«Ma Paul e' un pilota provato e deciso e il 22 prossimo si rifarà a Citta' del Messico».
A proposito di Messico: Laggiu' verrà usato il tracciato F.1 con l'aggiunta della veloce chicane. Sarà una corsa memorabile per folla e spettacolo.
Dunque Sebastian Bourdais ha vinto per la terza volta (foto) il titolo della Champ car.
Il francese ha confermato subito che nel 2007 sarà sempre con Paul Newman e Carl Haas, dimenticando, intelligentemente, quella Formula uno e la Nascar.

ALMENDINGER LASCIA FORSYTHE

A questo punto Forsythe con visibile disappunto dice: «Già, la Nascar. Quella specie di mania, di fata morgana che mostra milioni di dollari, tanto lontani e difficili a raggiungerli. Io ho offerto ad A.J. un contratto quinquennale. A 29 anni poteva puntare su qualche serie meno impegnativa, intanto proseguiva a vincere , conquistando qualche titolo Champ car, come Bourdais, ma il suo manager, chiedeva somme che per la Champ car sono utopie. (3 milioni, salario e vincite n.d.r) e cosi' ho detto basta. A giorni effettuerà una corsa per il team del vecchio Bill Elliott a bordo di un “truck” Nascar. Staremo ad osservare i successi».
Immediata la notizia è circolata nel “Circo Champ car” e molti sono stati i commenti poco floreali verso «l'ingrato pilota che preferisce guidare i “truck” della Nascar,offuscato dal verde dei dollari».
Intanto patron Jerry ha stabilito una serie di “test” per il dopo Messico e si prevede la scelta di due ottimi piloti, uno dei quali potrebbe essere un (brasiliano in Italia) il cui nome per ora, e' tenuto segreto.

Chiediamo: a settembre del 2007, la Champ car avrà buchi nel programma. Si prevede l'inclusione di qualche gara europea?
«Abbiamo quattro piste allineate. La A1Ring, la ex Osterreingring la
Hochenheim e Brno (Cecoslovacchia). E' solo questione di date disponibili per le piste».







Quando avranno luogo i test di ”nuovi” piloti?
«La Indeck conta di scendere in Florida dopo il G.P. del Messico. Abbiamo divers giovani promettenti, tra i quali due piloti che Paul Stoddart intende lanciare nella nostra serie,per non ignorare le due vetture che Bob Gelles allestira' appena completato il campionato BMW a Valencia, ed il team Pacific coast Motorsport che sta preparando Alex Figge e Rayan Dalziel».

Si e' parlato dell'uso delle gomme riscaldate, per evitare incidenti di
partenza. Quanto c'e' di vero? E la ventilata partenza da fermi?
(Foto gomme)
«E' materia tecnica che i nostri esperti stanno studiando. Certo con la magnifica nuova DOP1, l'uso delle coperture è più che raccomandabile, ma la FISA che direbbe?. Quanto alle partenze da fermi, si parla di metterle in azione in qualche pista come Cleveland, Elkart Lake,Messico, che hanno spazio in abbondanza».

A chiusura della nostra chiacchierata, Jerry ricorda che il 18
Novembre in un lussuoso hotel di Indianapolis, avrà luogo la serata delle premiazioni, cerimonia che lo scorso anno si svolse a Citta' del Messico e nel 2007 si concluderà a Phoenix Arizona.

Lino Manocchia SSNphoto.com 27/10/2006 9.21