Lo sport a Chieti. Quale Futuro?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2087

Lo sport a Chieti. Quale Futuro?
CHIETI. Ci sarà anche Claudio Garzelli, ex giocatore ed ex direttore sportivo del Chieti Calcio tra i relatori della tavola rotonda che si terrà lunedì prossimo 16 ottobre a Chieti, presso la sala del Consiglio provinciale, alle ore 17.00.
Sarà affrontato il tema:" Lo sport a Chieti: quale futuro?", una analisi della condizione dello sport professionistico e dilettantistico.
L'iniziativa è del Lions club Chieti Host e del Leo club Chieti. Tra i relatori, oltre Claudio Garzelli, che rappresenterà la condizione del Calcio fino allo scorso campionato di serie C 1, è prevista la presenza di Giampiero Leombroni "storico" dirigente della squadra di Pallavolo in serie A, di Filippo D'Ottavio, giocatore della squadra di Basket che militò in serie A, di Lullo Torello, presidente della Pallamano Chieti, di Vincenzo Di Nisio, esponente di spicco della squadra di ciclismo "Caffè Mokambo – Acqua e Sapone" che dovrebbe presentare gli ultimi acquisti della squadra, tra cui un campione di caratura internazionale.
Alla tavola rotonda, che verrà moderata dal giornalista Rai Silvano Barone, parteciperanno anche il presidente del Cus Università D'Annunzio, Mario Di Marco, che farà il punto sugli europei di Basket femminile "Chieti 2007", ed il presidente del Coni provinciale, Gianfranco Milozzi.
L'Incontro sarà aperto da una relazione di Nino Germano, Presidente dell'Ussi, Unione Stampa Sportiva di Chieti. Le conclusioni saranno del Sindaco di Chieti, Francesco Ricci.

È prevista la presenza di campioni del passato e del presente, come Fabrizia D'Ottavio, Gianluca Capitano, Fabio Grosso, Claudio Capone, nonché di dirigenti attuali delle società sportive di Chieti che militano nei diversi campionati.

«Si tratta di un momento di confronto che il Lions Club Chieti Host ha voluto avviare per attuare una profonda riflessione sullo stato di salute dello sport a Chieti», ha commentato il presidente del Lions, Raffaele Di Vito. «Lo sport incide profondamente sul tessuto sociale di una città come Chieti, sia come sbocco eventuale per un passaggio dal dilettantismo al professionismo, sia come fattore di prevenzione per avvicinare un numero sempre maggiore di giovani alle discipline sportive con la speranza di militare nel futuro in una squadra cittadina, sottraendoli anche da eventuali distrazioni pericolose».

14/10/2006 9.41



COSA NE PENSI? SCRIVILO NEL BLOG