MOTORI. E’ arrivata la Panoz DP01 per la Champ Car

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2204

MOTORI. E’ arrivata la Panoz DP01 per la Champ Car

SAN JOSE' «Lo sviluppo, ed il lancio, della DP01 è uno dei fondamentali punti costruttivi dei programmi Champ. Siamo lieti di associarci con la Panoz, un gruppo professionale ed esperto che comprende e conosce la nostra storia. La Panoz ci consentirà di continuare a presentare gare piu' competitive, vibranti ed elettrizzanti nel Nord America ed intorno al mondo».
Con queste parole, Jerry Forsythe, socio di Kevin Kalkhoven ha salutato l'arrivo della nuova macchina 2007, gia' pronta per la consegna ai team.

«Possiamo dire che la Panoz DP01 e' in grado di affrontare qualsiasi sfida dal mondo motorizzato», ha commentato Kevin Kalkhoven, «sara' il punto di riferimento del design degli anni a venire, ed il pilastro su cui poggia il programma della Champ car».
La livrea arancione, con schienale argenteo, dona alla macchina una linea dinamica, aggressiva,tesa,calibrata, capace di esprimere personalita' e potenza.
L'aerodinamica filante della macchina e' stata ridistribuita equamente in modo che la deportanza viene sviluppata dai tunnel underbody e non dagli alettoni, in grado di eliminare gran parte della pericolosa turbolenza che si sviluppa tra due macchine sulla scia, consentendo una gara ravvicinata e piu' ricca di sorpassi.





La Panoz e' riuscita a conservare il “look” di F.1. infatti pur affiorando diversi elementi della formula mondiale,la vettura appare con un volto nuovo che si addice alla Champ car.
Una novita': il numero del concorrente e' applicato sulla superfice alare, laterale, onde facilitare agli spettatori il riconoscimento del pilota. Il cruscotto si avvale del sistema di accensione e di riconoscimento dei vari accessori necessari a rendere meno complessa la guida, nonche' “on board starter”,il tutto applicato sul volante Momo.


In complesso la Panoz DP01 risulta curata in ogni particolare.
apparendo piu' compatta,piu' leggera (50Kg) della vecchia Lola e pronta a scendere in campo per la disfida.




Ecco alcuni commenti dei personaggi del Circo a stelle e strisce


 CARLO RUSSO
Rusport. «La nuova Champcar contiene un cumulo di consultazioni,idee e lavoro per il concepimento del “concept design”.Io credo che il risultato rappresenti il futuro di una monoposto capace di dare ai versatili piloti l'abilita' di effettuare corse elettrizzanti negli anni che verranno».

PAUL TRACY
Forsythe/Indeck. «Penso che la nuova macchina
sara' un grosso “fattore”,capace di assicurare un lungo successo
della serie. La nuova Panoz scrollera' sicuramente molte cose,
non soltanto per la sua speed,ma per la maggiore sicurezza e
praticita'».

SEBASTIAN BOURDAYS
Newman/Haas «E' la vettura che ci voleva, che aspettavamo con ansia. Ora e' qui. Bella, filante, pronta a rispondere alle richieste dei piloti ansiosi di entrare nel moderno abitacolo. Auguri Champ car».

KATHERINE LEGGE
Pkv. «Io credo che la 2007 Champ car sia una gran bella macchina. Piu' piccola, rispetto alla vecchia edizione, si presenta “affidabile” oltre che piacevole a guidarsi. Rappresenta il premio al duro lavoro svolto dai dirigenti la serie».

JUSTIN WILSON
Rusport. «Sicuramente l'arrivo della nuova macchina portera' nuovi volti, nuova linfa nel settore piloti, team e fans. A prima vista si ha l'impressione di essere dinanzi ad una vettura che vuole essere sfidata, messa a dura prova. Ed e' quello che presto faremo».

ERIC BACHELART
My Jack Racing.«E'una cosa grande e son sicuro che la Panoz svolgera' un ruolo importante nel campionato .Non soltanto aiutera' i team a controllare i costi, ma offre una tecnologia avanzata ed un disegno che conserva le tradizioni della Champ car.Non credo si possa chiedere di piu'».



La settimana precedente la presentazione della DP01, Brian
Barbard, Presidente della IRL, fu ricevuto dai dirigenti del
complesso Panoz (col nulla osta dei dirigenti la Champcar) che fecero osservare attentamente ogni dettaglio della vettura al
dirigente il quale prese molte pagine di appunti.
Che qualcosa bolla in pentola?
Potrebbe darsi che Tony George il quale deve ancora progettare la sua nuova vettura abbia pensato di “adottare” il medesimo bolide.
Se così fosse l'unione delle due serie sarebbe cosa fatta.

Lino Manocchia 01/08/2006 10.53