Pallanuoto.Due pedine per la Humangest Pescara Sport: firmano Bocchia e Medan

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2118

Si comincia a delineare il nuovo volto della Humangest Pescara Sport, che prenderà parte al prossimo campionato di serie A2 maschile di pallanuoto dopo aver centrato una sofferta salvezza.
Il mercato è in pieno fermento e la società presieduta da Arturo Ciancarelli ha piazzato due colpi in sequenza, che serviranno concretamente a rinforzare un organico per il complesso già piuttosto collaudato.
Si tratta di un portiere di provata fama e di un mancino croato: Paolo Bocchia e Dragan Medan. Entrambi hanno firmato i loro contratti nei giorni scorsi.
Bocchia ha una lunga militanza – ultradecennale – in Sicilia con i colori del Catania in A1.
Bocchia ha 38 anni e un curriculum di grande rispetto, tanto che avrebbe potuto tranquillamente continuare a giocare nella massima serie, essendo uno dei migliori portieri in circolazione.
Essendo sposato con una ragazza pescarese e risiedendo a Pescara, la sua è stata una scelta di vita, oltre che sportiva; fungerà anche da “chioccia” per l'altro portiere della Humangest, il talentuoso e giovane Nicola Petaccia.
Bocchia ha firmato un accordo biennale.
Medan - “Medo” per gli amici – ha 27 anni ed è croato di Dubrovnik. Con lo Jug ha vinto molto a livello nazionale e internazionale, in Italia ha avuto esperienze a Salerno e a Catania. Attaccante dal tiro micidiale e dal fisico possente, Medan è un giocatore duttile tatticamente.
Ha sottoscritto un accordo annuale.
In chiave azzurra, da segnalare la brillante parentesi di Nicola Petaccia ai recenti campionati europei juniores di pallanuoto, mentre in questi giorni il più giovane Pierpaolo Salvatorelli è impegnato con la nazionale nell'ambito del “Progetto giovani”.

31/07/2006 8.04