L'Italia campione sui giornali del mondo.In Francia:«Zidane chiamato terrorista»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3007

AGGIORNAMENTO (11.27) I giornali nel mondo parlano della vittoria italiana, mentre su quelli Francesi divampa la polemica su Zidane. Un giornale rivela: "Materazzi lo ha insultato dicendogli terrorista".


AGGIORNAMENTO (11.27)


I giornali nel mondo parlano della vittoria italiana, mentre su quelli Francesi divampa la polemica su Zidane. Un giornale rivela: "Materazzi lo ha insultato
dicendogli terrorista".




Repubblica “Grosso segna ed è follia”
  Grosso tira il rigore e segna, l'Italia esplode. Oltre 120 minuti col cuore in gola, poi finalmente in tutto il Paese scoppia la gioia liberatrice».

Corriere.it
“Favola azzurra: Campioni del Mondo” 
«Sul dischetto Trezeguet: calcia sulla traversa, la palla rimbalza a terra ma è fuori. Sembra la "vendetta" dell'errore di Di Biagio nel '98. Tocca a De Rossi e segna in grande sicurezza. Il rigore decisivo per gli azzurri è per Grosso, la rivelazione decisiva della squadra azzurra. E segna: l'iItalia è campione del Mondo per la quarta volta».


La Stampa
“Campioni del mondo!!!”  . « Il rigore di Grosso è quello decisivo. Il terzino-goleador non sbaglia nemmeno stavolta: l'Italia è sul tetto del mondo».

Lapidaria anche la
Gazzetta dello sport
con “Campioni del mondo”. «Una notte che fa la storia»  scrive la rosa, «emozioni infinite nei 120' più rigori di Berlino. Una lunga sofferenza che esplode in un urlo liberatorio. Il rigore di Grosso apre le danze per una festa che ci ripaga dei 24 lunghi anni di attesa».
El Comercio dell' Ecuador “L' Italia arriva in cima”.


La Nueva Espagna
“L'Italia fa il pieno”  e scrive «torna l'incubo dei rigori come ad Usa 94 contro il Brasile ma questa volta supera i fantasmi del passato».
Per La Verdad della Murcia “L'Italia impone la legge del suo calcio”  : «per Marcello Lippi o è bianco o è nero. Per lui non esistono mezze tinte e si è dimostrato lui il vero leader di questo campionato del mondo. Per arrivare alla meta Lippi ha lavorato molto negli ultimi due anni e ha puntato sui giovani come Toni, Iaquinta e Grosso».
London Free Press apre con “Viva Italia” e scrive «un mare rosso bianco e verde si è riversato per la città di Londra per festeggiare il quarto campionato del mondo».
“Brava Italia” per Tampa Tribune che scrive “solo il Brasile fa meglio con 5 coppe del mondo»


Il Times “L'Italia è campione”. 


Per il Clarìn (Argentina) “Meritato il trionfo dell'Italia”
«Tutta la gloria è dell'Italia, giocando un calcio poco vistoso ma efficace, rimarrà in tutte le foto e in tutte le pagine dei giornali e nei ricordi di tutti gli sportivi. Adesso gli azzurri festeggiano. E lo meritano.

In Brasile, Il Folha de Sao Paulo scrive "Italia supera il tabu, batte la Francia e conquista il quarto titolo mondiale. Dopo 24 anni, gli italiani possono dinuovo gridare “Campioni”

O Globo di Río de Janeiro titola “Italia per la quarta volta campioni”


10/07/2006 9.20



L'ALTRA FACCIA DELLE MEDAGLIE

LA FRANCIA ED I SUOI GIORNALI


Lo strano caso di Zinedine Zidane
“La Sinfonia Incompiuta” de L'Equipe che apre così  Domenech : «Sfilare dopo una sconfitta non mi dice niente».
«Mi è già successo di sfilare dopo una sconfitta, trent'anni fa, ed onestamente, non mi piace» si è espresso così l'allenatore dei Galletti francesi dopo la sconfitta della sua squadra, che sarà comunque ricevuta oggi dal Presidente della Repubblica Jacques Chirac.
Il Presidente ha dichiarato che «la squadra non ha alcun bisogno di essere consolata, avendo giocato un bel mondiale» c'è da ricordare che questo incontro con i giocatori, all'indomani della partita, era già stato previsto, qualunque fosse stato il risultato.

Triste la selezione d'immagini dell'agenzia di stampa francese, l'AFP, con il capitano francese che esce dal campo. (VEDI QUI)

Liberation, apre in prima pagina con uno Zidane irriconoscibile fermato
nell'attimo del suo urlo. Anche Le Monde riprende l'episodio del fuoriclasse per dare una sorta di rendiconto delle sue precedenti espulsioni.

È il campione francese ad essere sotto accusa oggi.
Uomo da sempre impegnato nel sociale, senza una macchia, che aveva già dato l'annuncio del suo ritiro dal mondo del calcio, lasci il suo ultimo ricordo in una maniera che il giornale non esita a definire «insensata» in un lungo articolo sulla partita ed i suoi protagonisti, articolo che si intitola «Francia, Stella fumante». Sul giornale appare anche “Mistero Zidane”  o l'irriconoscibilità di un giocatore.

Un giocatore venuto dalla periferia povera di Marsiglia, un esempio per i giovani, un «dio del pallone» come non esita a definirlo il quotidiano Le Figaro in una lunga serie di articoli che approfondiscono l'uomo Zidane, lontano dai luoghi comuni della sua città dove «si parla forte si gioca a bocce e si bene pastis».
(LEGGI GLI ARTICOLI).  Per consolarsi, ci si rifà alla storia di questa Equipe, dalla sua convocazione, dal suo allenatore, mai particolarmente amato dal popolo del calcio francese, anche per una storia di 750 000 euro che, pare, il selezionatore avrebbe richiesto ad un canale televisivo per delle interviste.
(VEDI QUI). 

Lo stesso che quattro giorni prima, ha dichiarato ai giornalisti: «capisco che quel che ho potuto dire o fare a volte sia apparso incomprensibile. Io gestivo a lungo termine, voi criticavate a corto termine. E così. Ognuno dirà quel che vuole. I giocatori che ho avuto nella mia squadra hanno marcato la loro epoca. Spero che molto velocemente, una nuova generazione farà scordare questo».
Lo stesso allenatore che stamane, al giornate Le Figaro dichiara: «Per me non è Andrea Pirlo l'uomo del match, ma è Marco Materazzi. Veder uscire Zizou dal campo è stato triste, questa coppa del mondo è stata all'altezza della sua carriera, favolosa»

LE PRIME PAGINE

“Le Figaro” 
“Le Monde”
“L'Equipe” 

QUASI RECORD IN FRANCIA DAVANTI AI TELEVISORI, IL PORTOGALLO TIENE IL PRIMATO
Ed intanto, i dati dell'auditel francese rivelano che 4 telespettatori su cinque, ieri sera, hanno seguito la finalissima, con una media di 23 milioni di telespettatori, con un picco di 25 proprio nell'attimo dell'espulsione del capitano dei Blues. Singolare che questo non sia il record storico della Mediamat, l'auditel transalpina. La palma di partita più seguita spetta alla semifinale con il
Portogallo, che distanzia la finalissima di poche centinaia di migliaia di
contatti. 


E L'ANGELO BLU HA VISTO ROSSO: ZIDANE ED IL SUO COLPO DI TESTA 

Inizia a farsi luce sui motivi del capitano francese
Zizou “Terrorista”.
Il sito del giornale sport.fr riferisce la notizia secondo la quale il giocatore italiano avrebbe dato del “terrorista” al capitano francese. Tutto è ancora da confermare.

La notizia è apparsa alle 10:19
ed è ancora senza conferma da parte dei diretti interessati 

Curiosamente, sul giornale Liberation, i tifosi nel loro blog, cercando una scusa per il gesto di Zidane sembrano essere andati davvero vicino alla verità, scriveva Bastien infatti: «Sicuramente, gli italiani, con le loro attitudini razziste che hanno dimostrato negli ultimi anni hanno questa volta oltrepassato il limite. Materazzi avrà certamente offeso con qualche insulto razzista Zizou, e, non puoi sempre incassare» Fleur, dal canto suo si dice sicuro che «non sarà con questo gesto che sarai ricordato Zizou.
Anche se i media vorrebbero questo. Ma perchè anche l'italiano non è stato sanzionato? Cosa ti ha detto? Perchè non abbiamo anche l'audio, oltre che il video?»

ecco tutti i commenti qui
.


 

Anche Gallas, questa mattina intervistato da Le Figaro dichiara : «non ho visto il gesto in questione ma a volte succede che il calcio non si gioca solo con la palla. Quando voi avete un giocatore scaltro che vi dice qualcosa che vi fa arrabbiare, voi avete voglia di spiegarvi. Per quel che riguarda Materazzi non so cosa abbia potuto dire a Zizou. Tutto quel che so è che tiene un profil basso perchè evita di rispondere alle domande. E generalmente, quando adotti un tale comportamento è perchè hai qualcosa da rimproverarti»

DOMENECH POTREBBE RIMANERE AL SUO POSTO ANCHE DOPO QUESTA SCONFITTA.

Il giornale on line sports.fr pubblica oggi un'intervista a Jean Pierre Escalettes presidente della FederazioneFrancese di Calcio che ha lasciato intendere un probabile prolungamento del contratto dell'allenatore : « per me, Raymond Domenech non ha fatto una cattiva coppa del mondo, anzi. L'ho sempre sostenuto. Se gli altri membri del consiglio pensano la stessa cosa, ne tireremo le conclusini che sembrano ovvie».

Tra i delusi, e coloro che avevano già tirato le loro conclusioni, ieri sera sugli Champes Elysées dei teppisti hanno costretto una trentina di agenti delle forze dell'ordine a effettuare tiri di gas lacrimogeno, per sedare gli animi dei supporters
sconfitti.


10/07/2006 11.20




Alessio De Laurentiis 10/07/2006