Pescara. Di Mascio si avvicina alla panchina, Pesaresi lascia per la Triestina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1192

Il Pescara non ha ancora deciso a chi affidare la panchina per la prossima stagione.
Un altro dei papabili nelle ultime ore è in procinto di accasarsi altrove.
Massimiliano Allegri, infatti, è molto vicino a trovare l'accordo con l'Arezzo che pare aver vinto la concorrenza non certo agguerrita del Pescara.
Ballardini, invece, è vicinissimo al Foggia dopo il rifiuto ufficiale di Zdenek Zeman.
Il boemo non ha nessuna intenzione di accettare una panchina in serie C visto che in cuor suo l'ex allenatore di Lazio e Roma spera di allenare ancora un anno quantomeno in serie B.
Si rafforza a questo punto la posizione di Cetteo Di Mascio che potrebbe davvero diventare il nuovo allenatore dei biancazzurri.
L'attuale tecnico della Primavera sarebbe l'allenatore ideale in una squadra zeppa di giovani di belle speranze.
Il Pescara che disputerà il prossimo campionato cadetto non avrà in ogni caso difficoltà a rispettare le nuove regole varate dalla FIGC che prevedono un elevato numero di giovani a comporre la rosa della prima squadra. L'unico neo legato alla "promozione" di Di Mascio in prima squadra è rappresentato dalla difficoltà nel trovare un tecnico che faccia bene quanto fatto in questi ultimi anni dall'attuale mister della Primavera. Infine l'ingaggio di Elio Gustinetti non è da escludere.

Capitolo mercato.
Brutta notizia per i tifosi biancazzurri.
Emanuele Pesaresi autore di numerosi assist in questo campionato, ha trovato l'accordo economico con la Triestina società ambiziosa che vorrebbe rivivere i fasti del passato. Il terzino sinistro, che ha firmato un triennale, si è mostrato molto dispiaciuto riguardo la sua mancata riconferma. Al posto del trentenne laterale dovrebbe essere promosso in prima squadra il mancino naturale Axel Vicentini; non dimentichiamo comunque che nel ruolo di terzino sinistro i biancazzurri dispongono già di un ottimo elemento quale l'argentino Gimenez. Anche Mario Bonfiglio e Luca Vigna sono pronti a lasciare il capoluogo adriatico. Riguardo il fantasista, è forte l'interesse di Frosinone e Triestina mentre sul laterale che ben si è comportato quest anno, il Pescara non eserciterà alcun riscatto.
Tognozzi e Cinelli saranno sicuramente confermati; invece è incerto il futuro di Speranza.
Biancazzurri interessati a Salvatore Sullo, inseguito però anche dall'Avellino che ha intenzione di rifondare l'intero organico.
Per il ruolo di fantasista e seconda punta, sempre viva l'intenzione di prelevare l'intramontabile Federico Giampaolo, quest anno a Modena.


TRATTATIVE SERIE A:

Il Milan, ormai è chiaro, investirà i soldi incassati dalla cessione di Shevchenko al Chelsea nell'acquisto di una punta. I candidati a vestire la maglia rossonera sono tre: Fernando Torres, Ibrahimovic e Cassano.
Per quanto riguarda lo spagnolo c'è da vincere l'agguerrita concorrenza di Manchester United e Real Madrid mentre per l'attaccante della Juventus si dovrà aspettare la sentenza definitiva dello scandalo "Calciopoli" che potrebbe sancire la retrocessione in serie B dei bianconeri.
Più facile arrivare a Cassano, anche sè nelle ultime ore il diavolo ha chiesto informazioni su Vucinic del Lecce.

L'Inter è sempre interessata a Luca Toni. La Fiorentina ha rifiutato 18milioni di euro. Corvino reputa incedibile il centravanti viola ma per 25milioni di euro più uno tra Potenza e Materazzi l'affare si potrebbe fare. Se non dovesse comunque arrivare Toni, i nerazzurri sono pronti a dare l'assalto a Tavano dell'Empoli. La valutazione del 26enne attaccante si aggira sugli 11milioni di euro. La società di Via Durini è inoltre alla ricerca di un centrocampista di livello mondiale. Vieira ed Emerson sono i maggiori papabili a vestire la casacca dell'Inter. Imminente infine la firma di Olivier Dacourt che sottoscriverà un contratto biennale.

La Roma oltre ad una punta da affiancare a Totti (Iaquinta e Vucinic i più probabili), è alla ricerca di un centrocampista di valore. Semioli del Chievo sarebbe il rinforzo ideale.
Fiorentina scatenata sul mercato. Richiesti Potenza all'Inter, quest anno in prestito al Maiorca, Bonera al Parma e Barone al Palermo. Se per i primi due la trattativa è possibile, il discorso è diverso per il centrocampista della nazionale, ritenuto incedibile da Zamparini. I viola inoltre hanno effettuato un sondaggio per Klose, tentato da una eventuale avventura in Italia.

Palermo molto attivo. Dopo aver chiuso per Simplicio dal Parma, il DS Foschi insiste per avere Diana dalla Sampdoria e Semioli dal Chievo. Nel frattempo i rosanero hanno acquisito la metà del cartellino di Canini dall'Atalanta, ora si tratta per rilevare la seconda metà del difensore dal Cagliari.
La Sampdoria nel tentativo di rafforzare il centrocampo ha pronta un'offerta sia per Delvecchio sia per l'ex Cristiano Doni, nell'ultima stagione in Spagna.

Il Livorno tenta di ottenere i prestiti di Dalla Bona e Donati dal Milan e Coco dall'Inter. Il nerazzurro ha già militato in questa stagione tra le fila dei labronici. L'Udinese ha trovato l'accordo con il Palermo per Pepe e Masiello. I due in comproprietà tra bianconeri e rosaneri, rimarranno in Friuli per un altro anno.

Il Torino ha sondato la disponibilità del Treviso di cedere Antonio ed Emanuele Filippini. Per i gemelli, reduci da un buon campionato, c'è da vincere la concorrenza del Livorno. I granata sono inoltre interessati a Recoba e Milanetto, entrambi in scadenza di contratto. Mentre è facile arrivare al regista del Brescia già allenato nel 2002 da De Biasi, è improbabile l'ingaggio del "Chino", richiesto da importanti club italiani e stranieri.

La Reggina è fortemente intenzionata a rilevare Bellucci dal Bologna se Francesco Cozza non dovesse restare. Gli amaranto vorrebbero affidare il ruolo di portiere all'esperto Gianluca Pagliuca, nelle mire anche dell'Empoli. Infine il Catania ha richiesto Tiribocchi al Chievo e lavora per trattenere il fantasista De Zerbi, seguito dal Napoli.

Andrea Sacchini 15/06/2006 8.12