Humangest: è ora di fare punti a Cagliari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

974

Reduce da due sconfitte consecutive, seppure contro le prime due della classe, la Humangest Pescara Sport si reca a Cagliari per affrontare la Terra Sarda.
A quattro giornate dalla conclusione del torneo di A2, la formazione pescarese è sempre impelagata nei bassifondi per non retrocedere e sa bene che dovrà provare a fare qualche punto anche in trasferta per centrare la permanenza in categoria.
In questo senso il team sardo non si presenta certo come un avversario facile, visto che ha costruito gran parte delle sue vittorie proprio tra le mura amiche, nella sua splendida piscina scoperta che sta diventando una vera fossa dei leoni.
Problemi che la Humangest non dovrà affatto porsi se vorrà giocarsi tutte le sue chances fino in fondo, fatto sta che la squadra ha sostenuto una buona settimana di allenamenti. Evidentemente ha lasciato il segno in particolar modo il pesante k.o. interno della settimana scorsa contro il Civitavecchia, la speranza comunque è che sia scattata una molla per trovare qualche risultato importante.
La squadra è partita in giornata alla volta di Cagliari, coach Maurizio Gobbi ha portato con sé tutti gli effettivi tranne gli infortunati D'Amario e Nerone.
Gobbi: «Il Cagliari gioca al meglio proprio nella sua piscina, un motivo ci sarà. Nei giorni scorsi, però, ho visto dei buoni segnali dai miei ragazzi e mi auguro che si possa finalmente dare un seguito a ciò che si riesce a fare in allenamento. La quota-salvezza? Di punti ne abbiamo appena quindici, credo che per stare tranquilli ce ne vorranno altri sei».
La Terra Sarda Cagliari è a quota ventitré, perciò è a metà classifica ed è tranquilla, ma non ha ancora l'aritmetica certezza della salvezza.
Due gli ex: Rinaldi da parte cagliaritana, Mammarella nel Pescara.
L'inizio è fissato per le ore 15 di oggi, arbitri Giovanni Lo Dico e Antonello Petrini.

13/05/2006 9.36