La Humangest Pescara spera e aspetta la riapertura delle Naiadi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1445

PESCARA. Inizia il girone di ritorno: trasferta a casa della terza in classifica
Dopo la sconfitta-beffa di sabato scorso a Firenze, nuova trasferta per la Humangest Pescara Sport, che domani si recherà a Genova per affrontare il Vallescrivia.
Sulla carta, la partita si presenta come proibitiva, essendo i liguri al terzo posto solitario in classifica al termine di un clamoroso e positivo girone d'andata. Il Vallescrivia non era accreditato di così tanti favori dei pronostici alla vigilia del campionato, ma in acqua ha dimostrato di essere un gruppo esperto e compatto e di giocare una pallanuoto molto concreta.
Alla prima apparizione stagionale, a Pescara, il Vallescrivia subì a lungo, ma poi riuscì a spuntarla grazie a un finale travolgente.
La Humangest si è preparata a questa trasferta ancora una volta a singhiozzo, dal momento che per l'ottava settimana di fila non ha avuto a disposizione una piscina dove allenarsi; un paio di partitelle a Ancona e niente più, in attesa che le Naiadi riaprano i battenti.
A tutto ciò si aggiungono le non perfette condizioni di capitan Mammarella, leggermente influenzato, e dell'ungherese Bereczki, toccato duro in allenamento.
A suonare la carica è il ligure (di nascita) Matteo Casini, bomber del Pescara: «La situazione non è certo facile, basta vedere la nostra classifica (la Humangest è terz'ultima) per capirlo. Ma nello sport tutto può succedere, anche perché le formazioni che sono in basso sono racchiuse in un fazzoletto di punti e mi pare che i giochi non siano ancora fatti. Non è bello prepararsi alle partite in modo precario, questo è vero, speriamo soltanto che i problemi delle piscine pescaresi si risolvano presto, altro non si può fare».
L'orario di inizio del match è fissato per le ore 16, arbitreranno Caputo e Guarino.

24/03/2006 14.00