MOTORI. La Pontiac Solstice 2006: l’essenza dell’auto spider

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1823

 MOTORI. La Pontiac Solstice 2006: l’essenza dell’auto spider
DETROIT. Sin dal suo lancio nel 2002 come prototipo al Salone Internazionale dell'Auto di Detroit, la Solstice ha scatenato reazioni entusiasmanti. Prendendo ispirazione dall'essenza della guida sportiva delle spider classiche, la Pontiac Solstice 2006 offre l'ebbrezza della guida all'aria aperta con un equilibrio fra prestazioni e raffinatezza a un prezzo accessibile. ($ 21.000)
«La Solstice è l'ultimissima espressione dello stile e delle prestazioni scaturite dalla rinascita Pontiac», ha affermato John Larson, direttore generale di Buick-Pontiac-GMC. «Proprio come il solstizio d'estate rappresenta il momento di svolta nel cambio delle
stagioni, l'introduzione della Solstice rappresenta una svolta decisiva per la Pontiac nell'ambito del suo impegno verso il lancio di nuovi prodotti come la Grand Prix GXP, la Torrent e l'intera linea G6».
La Solstice è ricca di caratteristiche tipiche di una vera macchina sportiva, come una trazione posteriore dinamica e reattiva e sospensioni indipendenti sulle quattro ruote. È alimentata da un motore a quattro cilindri Ecotec 2,4 l, da 177 hp (132 kw).
Di serie viene montato un cambio manuale Aisin a 5 marce a rapporti brevi; nel corso dell'anno sarà disponibile un modello con cambio automatico a cinque rapporti. Di serie vengono montati cerchi di alluminio da 18" e freni a disco di grandi dimensioni su tutte e quattro le ruote
Chiaramente tutto quello che c'era di positivo nella Solistice concept car e'rimasto in questa del 2006, a partire dalla straordinaria manegevolezza che esalta maggiormente il piacere di guidare. Con l'arrivo del bel tempo,l'aria sul volto,un implacabile senso di liberta', i profumi della campagna il fascino della cabrio e' davvero irresistibile, e nel caso della


Solstice ci sono in aggiunta tanta tecnologia, versatilita' e sicurezza.
La Solstice è sorprendentemente spaziosa, permettendo ai guidatori più alti un assetto di guida confortevole. È anche una vettura sportiva ben equipaggiata, con accessori raffinati e comfort apprezzati dai piloti più esigenti. Gli accessori in dotazione includono:
• Sedili ispirati a quelli delle auto da corsa, con comodi scomparti portaoggetti.
• Pomello della leva del cambio manuale rivestito in pelle.
• Lunotto termico.
• Volante regolabile.
.Gli allestimenti optional includono alcuni interessanti extra:
Allestimento elettrico – Chiusure centralizzate, con radiocomando per l'apertura remota senza chiave, specchietti e alzacristalli elettrici.
Allestimento convenienza – Controllo velocità di crociera, centro informazioni pilota e fendinebbia.
Allestimento Premium – Sedili in pelle (color ebano o acciaio/sabbia a due tonalità), volante in pelle e comandi radio sul volante.
La Solstice offre inoltre climatizzatore e tappetini in moquette
La Solstice si basa sulla nuova architettura globale GM, per vetture a trazione posteriore di dimensioni compatte e prestazioni sportive, che si avvale di un telaio di acciaio idroformato e sospensioni anteriori e posteriori indipendenti del tipo a braccio corto/braccio lungo, che offrono grinta e maneggevolezza. Fra le altre funzioni orientate in modo specifico alle esigenze del pilota si annoverano:
• Sistema di sospensioni SLA indipendenti sulle quattro ruote.
• Ammortizzatori Bilstein monotubo “coil-over” sulle quattro postazioni.
• Servosterzo a cremagliera con rapporto veloce.
• Cerchi in lega di alluminio da 18" (disponibili ruote cromate e lucidate)..
• Ampi freni a disco sulle quattro ruote, con dischi da 297 mm per le ruote anteriori e da 277 mm per quelle posteriori.
• Quadro comandi stile auto da corsa, con strumentazione ispirata al cruscotto delle motociclette.
• Cambio a leva corta.
• La distribuzione del peso pressoché perfettamente bilanciata offre una maneggevolezza eccellente.
• I supporti idraulici del motore forniscono una guida uniforme.
• È disponibile il differenziale posteriore a slittamento limitato.
.A complemento di un'esperienza di guida entusiasmante, il design di questa vettura preserva le linee essenziali e fluide, le proporzioni compatte e l'impatto emotivo del prototipo, incluso il cofano "a conchiglia" che si apre in avanti. Le proporzioni ridotte di questa autovettura sono accentuate dai
cerchi in alluminio a 5 razze e dalla carreggiata bassa e larga. La griglia doppia del radiatore e i fari "espressivi" sui quattro angoli la identificano immediatamente come una Pontiac, delineando al tempo stesso una nuova direzione nel design di questa divisione. Inoltre, la ripresa del colore della carrozzeria all'interno, nella postazione del passeggero, conferisce alla Solstice un aspetto integrato quando la capote è abbassata. La capote si piega fino a riporsi, completamente piatta, nell'apertura a conchiglia posteriore, per un look uniforme e ininterrotto: un'esclusiva in questo segmento di mercato.
La carrozzeria della Solstice è disponibile in sette colori, ciascuno dei quali ispirato a una particolare personalità: Aggressive (rosso), Cool (argento), Deep (blu), Envious (verde), Mysterious (nero), Pure (bianco) e Sly (grigio). . In effetti la nuova “Pontiac” e'una rodster affascinante, dove ogni linea,ogni curva e' disegnata per puro desiderio. Insomma un veicolo che accoppia,passione, emozione e desiderio con il thrill delle open road
Lino Manocchia 09/01/2006 13.22