Il Toro trionfa nell’arena del Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2038

PESCARA. Brutta sconfitta per i biancazzurri che restano in bassa classifica. La prima rete al 71'. Il morale resta alto e si pensa al futuro.



PESCARA. Brutta sconfitta per i biancazzurri che restano in bassa classifica.
La prima rete al 71'. Il morale resta alto e si pensa al futuro.



Il Torino ha vinto 2-0 sul campo biancazzurro.
Dopo un primo tempo fermo sullo 0-0 nel 71' i granata vanno in gol con Stellone e al 91' con Fantini al 91'.
In classifica, il Torino che ha un'altra partita da recuperare, aggancia il Crotone a 10 punti, e il Pescara resta nelle zone basse con 4 punti.
LA PARTITA. Il Pescara è in emergenza, ma nei primi minuti mette in difficoltà la manovra avversaria. Già nel 1 minuto e la prima occasione capita a Cammarata che sfugge a Doudu e tira ma Taibi è bravo e non si fa sorprendere. Il Pescara prova a manovrare ma sono i granata a rendersi pericolosi in contropiede: prima Stellone che viene anticipato d'un soffio davanti alla porta avversaria, poco dopo è Rosina che con un bel gesto tecnico tira poco sopra all'incrocio dei pali. Muzzi ha la palla del possibile vantaggio, ma Tardioli si salva uscendo sui piedi dell'attaccante romano.
Il Pescara pericoloso al 45' con Taibi che è costretto a parare in due tempi i tiri insidiosi di Luisi prima e sulla ribattuta è Jadid ad impensierire il numero uno granata. Alla ripresa il Toro è insidioso e al 4' Stellone manca un gol davanti alla porta scoperta. Il Toro è più rapido dei padroni di casa e va in gol al 28' con Stellone. Il Pescara cerca qualche rilancio in avanti, ma è alquanto impreciso sotto rete, i tiri più insidiosi sono comunque neutralizzati alla grande da Taibi. I granata hanno una marcia in più ed è lo spietato Fantini a chiudere il risultato al 46' sigillando così uno 0-2 meritato,

LE REAZIONI: Il tecnico del Pescara, Sarri è dispiaciuto ma non ne fa un dramma: «Peccato perchè nel primo tempo avevamo giocato alla pari, poi nella ripresa il Toro è stato più forte. Noi paghiamo gli infortuni, le squalifiche, ma soprattutto i troppi impegni ravvicinati. La squadra mi è piaciuta ha lottato, ha avuto le sue buone opportunità, purtroppo non riusciamo a fare gol, però non è il caso di allarmarci per una sconfitta, subita contro una grande".