Delfino Pescara. Pinna: «miglioriamo il rendimento fuori casa»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2246

PESCARA. Proseguono gli allenamenti in casa Pescara in vista del match esterno di sabato a Grosseto.

Lunga la lista di indisponibili che costringeranno il tecnico Eusebio Di Francesco ad adottare formazioni e schieramento inediti. Out per squalifiche ed infortuni Tognozzi, Nicco, Gessa, Cascione, Soddimo, Capuano, Maniero, Bucchi e Giacomelli. Recuperati invece Del Prete ed Ariatti che ieri hanno disputato la classica partitella infrasettimanale. L'utilizzo di Ariatti dall'inizio col Grosseto però è in dubbio visto e considerato che il giocatore è lontano da oltre un mese dai campi di gioco.

A Grosseto i biancazzurri cercheranno di invertire il trend negativo degli ultimi mesi nelle partite lontano dal pubblico amico. Fuori casa il Pescara ha ottenuto fin'ora soltanto 11 punti su ben 42 a disposizione.

Se fuori casa i risultati e le prestazioni non sono state in linea con quelle dell'Adriatico, il Pescara non subisce gol in casa da ben 7 partite. Un traguardo importante merito anche di Salvatore Pinna, che in più occasioni ha salvato la porta biancazzurra da gol che sembravano ormai certi: «a livello personale è un'ottima annata. In casa da questo punto di vista andiamo alla grande, ora cerchiamo di prendere meno reti possibili fuori casa. Il nostro campionato passa anche per buoni risultati lontano dallo stadio Adriatico. Ci può stare che a volte fuori casa non siamo brillanti come davanti al nostro pubblico, ma dobbiamo cercare di dare qualcosa di più soprattutto sotto l'aspetto agonistico. Sono sicuro che riusciremo a prendere in trasferta i punti che ci mancano alla nostra classifica».

Con la Reggina è stato difficilissimo, per non dire impossibile, giocare palla a terra per una squadra tecnica come il Pescara che ha fatto del bel gioco il motore principale dei risultati buoni di questa stagione: «abbiamo guadagnato un punto importante per la nostra classifica. Era difficile giocare in quelle condizioni e la partita è stata fortemente condizionata dagli episodi. Non dimentichiamo che di fronte a noi c'era una delle squadre meglio attrezzate del campionato».

«Non dobbiamo dimenticare il nostro obiettivo» – prosegue Pinna – «che è sempre stato e resta la salvezza. Una volta raggiunta potremo guardare in alto e raggiungere un sogno ossia i play-off».

Nelle ultime settimane il Pescara è stato letteralmente falcidiato da infortuni e squalifiche: «questo è vero ma non deve essere un alibi. Dobbiamo essere più forti di tutte queste cose anche se una decina di giocatori fuori sono pesanti da sostenere. Dobbiamo lavorare con lo stesso impegno delle ultime settimane ed i risultati arriveranno. Questo Pescara sono sicuro può dare ancora tante soddisfazioni alla piazza».

All'orizzonte c'è la difficile trasferta di Grosseto, contro una squadra ai margini della zona play-off che nel 2011 è reduce da diverse buone prestazioni dopo un inizio di campionato disastroso: «è una squadra forte che un po' fa paura. Dobbiamo essere concentrati al modo giusto perché è una formazione in grado di poter far male soprattutto in casa. Quindi massima concentrazione ed impegno».

«Oltre alla tecnica» – conclude il portierone biancazzurro – «dovremo opporre anche molto agonismo. Abbiamo tutte le carte in regola per tornare a casa con un successo che sarebbe importantissimo per la nostra classifica».

 Andrea Sacchini  10/03/2011 14.45