Volley femminile B1/D. Il Sambuco cede in casa al Latina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2276

CHIETI. Classifica e calendario alla mano, il match di ieri contro il Latina era una delle ultimissime possibilità per il Sambuco di tenere vive le speranze salvezza.

Arriva invece un k.o pesantissimo, anche per il modo in cui è maturato, che rende ora, se non utopica, quantomeno complicatissima, la permanenza delle teatine in B1.

Il Sambuco gioca alla pari per i primi due set, dove cede alle laziali solo per colpa degli episodi e di un briciolo di sfortuna, stravince il terzo parziale, parte benissimo nel quarto e poi scompare dal match lasciando i tre punti alle ospiti .

Perdere fa sempre male, ma in questo modo, se possibile, ancor di più; e, come se non bastasse, il Club Italia – compagine su cui il Sambuco faceva la corsa per raggiungere la salvezza – vince 3-0 a Valenzano. Ora i punti da recuperare alle giovanissime cadette della nazionale italiana sono 13. Obiettivamente troppi per sperare. Il match di sabato prossimo, a Roma proprio contro le romane, serve a questo punto solo per l’orgoglio e per dare un senso al campionato.

 LA PARTITA – Giordano opposto in diagonale con l’alzatrice Cacace, Bellapianta e Di Muzio di banda, Lestini e Spinosi al centro, Pedonesi libero. E’ questo il sestetto di partenza scelto da coach Mottola e che verrà confermato per tutto il match.

Il primo set parte con le solite sofferenze a muro e in difesa, ma l’incisività al servizio e la buona verve realizzativa di Bellapianta e Spinosi tengono il Sambuco ancorato nel punteggio al Latina. Si gioca punto a punto con le ragazze di casa che sovente riescono a portarsi anche avanti di 1 sulle avversarie (10-9, 11-10, 20-19). L’equilibrio dura fino al 20-20, poi le ospiti piazzano il mini break che le porta avanti di 2 sul 22-24. Di Muzio accorcia sul 23-24, e al servizio va D.Caldarelli che entra in battuta al posto della Giordano; il suo servizio è pero out, seppur di pochissimo, e consegna al Latina il primo set chiuso in loro favore 25-23.

Il Sambuco è però pienamente in partita e lo dimostra anche nel secondo set dove, dopo l’equilibrio iniziale, arriva fino al +3 sul 12-9 e sul 18-15. Latina non ci sta e trova subito il 18-18, con la parità che persiste fino al 23-23. L’ace della Lestini vale il 24-23 e il set ball, ma come sempre accade nei momenti topici del match, in casa Sambuco si spegne la luce e le laziali operano il controsorpasso che le porta a vincere il secondo set, ai vantaggi per 26-24.

Stavolta Bellapianta e compagne accusano il colpo, tanto che nel terzo parziale alla prima sosta tecnica sono già sotto 3-8 e il match sembra pienamente nelle mani di Latina. Ed invece, d’improvviso ecco la svolta: il muro e la difesa vengono registrati e aumentano di conseguenza le percentuali realizzative d’attacco. L’inerzia dell’incontro cambia completamente e il Sambuco sfodera la migliore prestazione dell’anno; è una escalation continua e Latina è ora annichilita; il pari arriva sul 10-10, poi le ragazze di casa scappano via, piazzando l’incredibile break che consegna loro il set. 25-16 e match riaperto.

 

E si continua con lo stesso canovaccio anche in apertura di quarto parziale, tanto che il Sambuco si porta da subito avanti fino al 9-2. Poi, l’improvviso, clamoroso e inspiegabile black out. Ancora una volta, si “spegne la luce” in un modo che pare davvero complicato spiegare, ma su cui tanto coach Mottola quanto le sue ragazze dovranno riflettere, e parecchio. Al Latina non par vero e senza strafare trova il pari sul 10-10 e al secondo time out tecnico sono avanti 16-12 (piazzando quindi un break di 14-3 che difficilmente si vede in un campo di pallavolo). Il match finisce qui e ne dà conferma l’eloquente punteggio finale, 25-14 in favore delle laziali.

Tra lo scoramento, la delusione e il rammarico si chiude un incontro che si doveva vincere per continuare a sperare e che forse, invece, sancisce l’addio definitivo del Sambuco alla B1.

 DIOBRA SAMBUCO VOLLEY – AST VOLLEY LATINA 1-3 ( 23-25 in 29’, 24-26 in 31’, 25-16 in 29’, 14-25 in 23’)

DIOBRA SAMBUCO VOLLEY: Bellapianta 22, Pedonesi(L), Caldarelli D., Cacace 5, Speranza, Bratti(L2) n.e., Di Gioia n.e., Spinosi(K) 15, Giordano 7, Di Muzio 7. Allenatore: Claudio Mottola.

AST LATINA VOLLEY: Tarantino 6, Orsi 12, Flammini n.e., Pappacena 16, Umansky 6, Pinci(L), Di Blasio n.e., Grando 18, Cosmi n.e., Lucioli, Giolini n.e., Liguori 8. Allenatore Stefano De Sisto.  

 07/03/2011 8.45