2°Div/B. L'Aquila sconfitta 2-1 dal Carpi. Decisivi 2 errori arbitrali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2132

L'AQUILA. L'Aquila perde 2-1 al Fattori contro la capolista Carpi ma resta in ogni caso agganciata al treno play-off.

I gol tutti nella ripresa. Al decimo vantaggio rossoblù con Potenza. Pareggio e sorpasso del Carpi al 25esimo ed al 28esimo rispettivamente con Giglio su rigore e Cesca.

Sconfitta tutto sommato immeritata, con L'Aquila che avrebbe certamente meritato miglior sorte quantomeno per azioni da gol create e gioco palla a terra. Decisive sul risultato 2 clamorose topiche arbitrale in favore del Carpi. Sia l'azione del pareggio sia il vantaggio, infatti, sembrerebbero viziate da irregolarità.

Amaro in bocca per l'undici aquilano che, sviste arbitrali a parte, aveva disputato un match gagliardo con un ottimo primo tempo per organizzazione, sagacia tattica ed incisività.

Alla distanza è venuto fuori il Carpi, che nella ripresa nei primi minuti ha creato diverse occasioni degne di nota. Dopo l'eurogol di Piccioni, però, sono risultati essere determinanti i 2 errori arbitrali di Penno di Nichelino.

Nel complesso comunque prova soddisfacente dell'undici di Bitetto, priva di elementi importanti del calibro di Garaffoni, Franciel e Perfetti, che sul campo ha completamente azzerato i 17 punti di distanza in classifica tra le 2 compagini.

Nel primo tempo soltanto padroni di casa insidiosi. Al secondo Stamilla da ottima posizione cincischia e favorisce l'uscita dell'estremo difensore ospite. Al 17esimo ed al 38esimo L'Aquila ci prova senza fortuna con 2 conclusioni dalla distanza di Carcione ed Onesti. La prima termina di poco alta, la seconda, complice una deviazione di un difensore, è facilmente controllata da Bastianoni.

In avvio di ripresa meglio il Carpi. Al primo minuto Di Francia si oppone alla grande salvando il risultato su conclusione ravvicinata di Giglio. Dal corner pallone che arriva a Cesca, che da buona posizione spara alle stelle. Pochi minuti dopo Cesca lanciato in profondità da un compagno non riesce a superare Testa bravo nell'uscita.

Al decimo il vantaggio de L'Aquila con una conclusione bellissima dalla distanza di Potenza che termina la sua corsa all'incrocio dei pali.

Al 25esimo il pareggio del Carpi è realizzato da Giglio su calcio di rigore. L'azione però in precedenza era stata viziata da un palese tocco di mani dello stesso Giglio, poi atterrato in area.

3 minuti dopo il raddoppio degli ospiti è siglato da Cesca che, servito in profondità da un compagno, in apparente posizione di fuorigioco ha superato Testa in uscita.

Nel finale tanta pressione degli aquilani che però non riescono a costruire vere e proprie azioni da gol. Poco prima del triplice fischio espulso Prete.

Con questa sconfitta L'Aquila resta comunque a ridosso della zona play-off, distante una sola lunghezza. Domenica altro impegno casalingo al Fattori contro l'ultima della classe Villacidrese.

 TABELLINO

 L'AQUILA: Testa, Cutrupi, Prete, Carcione (36'st Giraldi), Di Francia, Ruggiero, Stamilla (40'st Iadaresta), Onesti, Galli, W. Piccioni (33'st Falconieri), Potenza. A disposizione: Modesti, Blaiotta, Ruscitti, Pietrella. Allenatore: Bitetto.

CARPI: Bastianoni, Cioffi, Dascoli, Pasciutti, Cenetti, Cesca, Fabiano, Giglio (41'st Poli). A disposizione: Mandrelli, Marietti, Guilouzi, De Souza, Peron. Allenatore: Sottili.

ARBITRO: Penno della sezione di Nichelino.

 Andrea Sacchini  21/02/2011 14.14