2°Div/B. Di Meo e D'Agostino concordi: «Giulianova penalizzato dall'arbitro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2373

GIULIANOVA. Ripresa degli allenamenti ieri per il Giulianova dopo l'immeritata sconfitta di domenica al Fadini con L'Aquila.

In settimana il tecnico Di Meo, insieme all'intero staff medico giuliese, monitorerà la situazione legata agli infortunati.

Il derby, malgrado il risultato negativo, ha messo comunque in luce un Giulianova pimpante e in grado di lottare alla pari con una delle pretendenti ai play-off. I giallorossi, dopo un mercato di gennaio soddisfacente almeno sulla carta, hanno solo bisogno di tempo ma hanno tutte le qualità per uscire dai bassifondi della classifica.

La crescita è ben evidente e si aspetta solo che i nuovi acquisti, già decisivi domenica, raggiungano un ritmo partita accettabile per dare un ulteriore contributo alla causa giuliese.

L'obiettivo minimo del terzultimo posto, che garantisce la salvezza diretta, è alla portata degli uomini di Di Meo, puniti oltremodo con L'Aquila soltanto da episodi sfortunati.

«Siamo stati puniti dagli episodi ma non mi è per niente piaciuto l'arbitraggio» – racconta stizzito il tecnico del Giulianova Di Meo – «sono ancora molto arrabbiato perché in tutta la partita sono stati fischiati fuorigioco inesistenti alla mia squadra. Tanti falli fischiati al Giulianova mentre contro L'Aquila l'arbitro non è mai intervenuto. Probabilmente L'Aquila è più importante di noi. Lottiamo per la salvezza ed abbiamo commesso i nostri errori ma è dura giocare in queste condizioni».

Tornando alla partita decisivo è stato l'unico errore difensivo della squadra, che fino al 92esimo si era ben comportata chiudendo con precisione ogni azione offensiva aquilana: «tra Giulianova e L'Aquila non c'è stata alcuna differenza e certo non meritavamo la sconfitta. Siamo stati puniti sull'unica nostra distrazione della partita. Utilizzerò questa settimana per capire cosa non ha funzionato e per lavorare con impegno e dedizione».

«Certo sul piano dell'impegno non ho nulla da dire» – va avanti Di Meo – «ma certamente abbiamo ancora molto da migliorare. L'obiettivo è quello di recuperare almeno un paio di elementi importanti fuori per infortunio. Ultimamente giochiamo spesso con giocatori fuori forma o fuori ruolo».

Conclusione dedicata ai nuovi acquisti che, anche se non ancora in condizioni buone, hanno già dato il loro apporto al Giulianova: «sono ottimi giocatori, molti li conosco perché li ho allenati in altre piazze. Devono solo trovare la condizione e per questo ci vuole tempo. Bisogna avere pazienza perché entrino a pieno negli schemi tecnici di questo Giulianova ma alla gente chiedo di avere fiducia».

Dello stesso avviso il patron Dario D'Agostino: «sicuramente i nuovi acquisti si faranno valere con questa squadra. Sono giocatori di categoria che danno molta qualità in mezzo al campo».

«Sono fiducioso per il futuro con L'Aquila ho visto una buona prestazione di carattere» – conclude il presidente – «abbiamo subito la rete nell'unica nostra disattenzione. Sono dispiaciuto per l'arbitraggio. È lo stesso direttore di gara che già ci aveva danneggiato col Poggibonsi. Con L'Aquila ha fischiato tutto in favore degli ospiti e sconfitte del genere sono dure da digerire».

 

Andrea Sacchini  16/02/2011 9.22