Delfino Pescara. Di Francesco: «col Varese grande prova di cuore e carattere»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2085

PESCARA. Il Pescara ha ripreso ieri gli allenamenti in vista del big match di sabato all'Olimpico contro il Torino.

I biancazzurri sono reduci dal successo di 2 giorni fa con il Varese, gara nella quale gli uomini di Eusebio Di Francesco, forse per la prima volta in questa stagione, hanno dimostrato di saper vincere anche non giocando un calcio rapido e spettacolare.

«Con il Varese è stata la vittoria del carattere e dell'umiltà» – racconta il tecnico Di Francesco – «da questo punto di vista siamo stati grandi. È stata una vittoria importante contro una delle formazioni più in forma del momento. Tanto cuore e non posso che essere felice della prova dei miei ragazzi».

«È stata fondamentale la prova di carattere della squadra» – continua Di Francesco – «senza la quale non saremmo mai riusciti a conquistare i 3 punti. Avevo chiesto una prestazione gagliarda, ora dobbiamo ripartire da questa bella prova».

Con il Varese la squadra non ha giocato bene ma tante altre volte belle prestazioni non sono state coronate da punti e risultati positivi: «quando non si riesce ad essere belli ed a giocare un calcio spettacolare è importante essere concreti. Tante volte, come a Siena o con l'Atalanta, abbiamo giocato bene ma non abbiamo ottenuto punti. La forza di questa squadra, al momento, è anche quella della concretezza. Sono orgoglioso di questa squadra».

È stata una settimana difficile per il tecnico Eusebio Di Francesco, che ha perso il caro nipote Riccardo in un incidente stradale: «ho vissuto una settimana particolare, tutti mi hanno sostenuto e ringrazio pubblicamente la tifoseria che ha ricordato Riccardo con diversi striscioni».

Ora tutta l'attenzione dell'ambiente è rivolta al match di sabato all'Olimpico di Torino. Ieri intanto i granata sono stati sconfitti per 1-0 nel derby col Novara: «viviamo alla giornata di partita in partita. Col Torino sarà difficilissima, un'altra partita contro un grande avversario. L'augurio è che il Pescara abbia stesso carattere e determinazione viste con il Varese».

Ieri intanto alla ripresa degli allenamenti al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Hanno svolto lavoro differenziato Ganci e Olivi. Solo terapie invece Soddimo, Ariatti e Nicco. Non si è allenato Mengoni per un attacco influenzale.

 Andrea Sacchini 15/02/2011 16.11