2°Div/B. Bomber Miani: «l'obiettivo del Chieti sono i play-off»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1729

CHIETI. Vanno avanti i lavori in casa Chieti in vista del match di domenica all'Angelini contro il Bellaria Igea Marina.

Mancherà certamente Buttazzoni, appiedato per un turno dal giudice sportivo. In avanti il ballottaggio è tra Miani, Rosa, De Matteis e D'Ancona con i primi 2 leggermente in vantaggio.

I neroverdi, dopo una buona campagna acquisti, non possono più nascondersi e mirano dritto ad un piazzamento play-off. Tra gli acquisti più significativi quello del bomber Miani dal Pisa, attaccante potente capace di realizzare oltre 100 reti tra serie D e professionisti: «ho scelto Chieti perché è una grande piazza e le ambizioni sono grandi. Ho lasciato Pisa perché non avevo spazio ed il club nerazzurro mi aveva promesso una cessione ad un sodalizio dalle grandi ambizioni in prima o seconda divisione. Il Pisa è stato di parola perché non potevo chiedere meglio del Chieti».

«Chieti mi ha sempre dato l'impressione di essere una città che vive per il calcio» – prosegue il nuovo bomber neroverde – «e lo so sin dai tempi in cui ho giocato con la Val di Sangro. Il valore della tifoseria non lo scopro ora mentre sono rimasto piacevolmente impressionato dalla dirigenza».

Ora tutta l'attenzione di Miani è concentrata sulla nuova avventura in neroverde: «voglio onorare questa maglia e raggiungere come minimo l'obiettivo dei play-off. Poi una volta arrivati in questa lotteria tutto è possibile. Ho visto qualche partita del girone B di seconda divisione. Il livello tecnico è buono e la competitività alta. Solo Carpi e Carrarese, come dimostra la classifica, hanno certamente una marcia in più soprattutto tecnica nei confronti delle altre squadre».

«Affrontare eventualmente una di loro ai play-off» – prosegue il numero 9 teatino – «non sarebbe una buona cosa ma mancano tanti mesi e come prima cosa dobbiamo raggiungere il piazzamento play-off. Poi ci sono tante altre compagini che possono lottare per la terza, quarta e quinta posizione. Insomma sarà battaglia fino all'ultima giornata».

Tutta l'attenzione è ora rivolta al Bellaria: «dobbiamo ovviamente vincere per consolidare la nostra classifica. Per quanto riguarda il futuro ho tutta l'intenzione di rimanere a Chieti. A fine stagione i due club si vedranno e decideranno la mia prossima destinazione, che mi auguro sia ancora Chieti. Ora però pensiamo a questo campionato e segnatamente alla difficile gara con il Bellaria».

«Il Bellaria in trasferta non ha mai perso» – racconta invece il tecnico Vincenzo Vivarini – «ed hanno conquistato tantissimi punti lontano dalle mura amiche. Dobbiamo essere perfetti se vogliamo vincere anche perché ci lasceranno molti meno spazi rispetto all'andata».

 Andrea Sacchini  11/02/2011 11.14