2°Div/B. L'Aquila calcio: Bitetto e Gizzi puntano sui play-off

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2483

L'AQUILA. Prosegue la preparazione de L'Aquila in vista del derby di dopodomani al Fadini contro il Giulianova.

L'undici rossoblù è reduce dal sofferto successo di domenica con la Sangiovannese e contro i giuliesi cerca 3 punti fondamentali per restare ancorati alla zona play-off. Gli ultimi acquisti, di grande valore per la categoria, hanno svelato i reali piani del sodalizio aquilani che ora punta a carte scoperte almeno al quinto posto.

«Con la Sangiovannese abbiamo un po' sofferto» – racconta il patron de L'Aquila Elio Gizzi – «ma la squadra ha dimostrato sul campo di essere forte in tutti i reparti. Sono rimasto piacevolmente colpito dai nuovi acquisti. È chiaro si può sempre migliorare ma siamo già a buon punto in vista del futuro».

Una delle scelte vincenti del club abruzzese in sede di mercato è stata quella di dare al tecnico Bitetto una rosa lunga e ricca di ottimi giocatori per la categoria: «con la Sangiovannese per la prima volta da inizio anno avevamo una panchina lunga. Questo ci ha permesso nel secondo tempo quelle 2-3 sostituzioni determinanti per cambiare il volto della partita. Ora non possiamo più nasconderci: puntiamo sicuramente ad un piazzamento play-off».

Gli fa eco il tecnico Leonardo Bitetto: «puntiamo a far bene e ad entrare nei play-off. Con la Sangiovannese era importante vincere dopo 2 sconfitte consecutive. Ora guardiamo al futuro ed al match con il Giulianova».

«Sono rimasto soddisfatto della prestazione della squadra e dei nuovi acquisti» – prosegue Bitetto – «ma quest'ultimi non hanno ancora raggiunto il top della condizione. Serve tempo e giocando la condizione crescerà. Ci sono ampi margini di miglioramento e sono fiducioso per il futuro. L'Aquila al momento ha una rosa capace di battagliare alla pari con tutte. Sulla carta siamo forti sia in difesa sia in attacco».

Sicuramente sarà della partita Walter Piccioni, giuliese di nascita, da buon professionista costretto a giocare contro la squadra della propria città: «quando torno al Fadini l'emozione è sempre la stessa anche se ho già affrontato il Giulianova con le maglie di Avellino e Ternana. Sugli spalti tanti amici tiferanno contro ma è normale, il colore della maglia viene prima di ogni cosa».

«Con dispiacere dobbiamo vincere col Giulianova» – va avanti il centrocampista rossoblù – «per dare continuità di risultati dopo il successo di cinque giorni fa con la Sangiovannese. Superfluo aggiungere che è un derby e come tale le possibilità per entrambe sono alla pari».

 Andrea Sacchini  11/02/2011 11.12