Giro d’Italia, preparativi ad Alba Adriatica e Tortoreto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4414

TORTORETO. La macchina organizzativa per l’undicesima tappa di Gazzetta Rcs - Giro d’Italia 2011 (Tortoreto – Castelfidardo di 160 km) si è messa ufficialmente in moto.

Stamane presso l’Arit di Tortoreto, per pianificare gli interventi, si sono ritrovati i sindaci di Tortoreto Generoso Monti e di Alba Adriatica Franchino Giovannelli, il vice presidente della Provincia di Teramo Renato Rasicci, gli assessori provinciale e comunale Francesco Marconi e Luigi Ripani, i responsabili dell’Area Partenza e Regolatore Corse di Rcs Marco Nardoni e Vito Mulazzani, la protezione civile di Tortoreto, i tecnici comunali e la polizia municipale di Tortoreto.

I presenti si sono spostati sul lungomare Sirena e ad Alba Adriatica per valutare il tracciato che vedrà impegnati gli atleti professionisti mercoledì 18 maggio 2011 nella tappa vibratiana del Giro d’Italia e per studiare la logistica. La partenza è prevista alle ore 13 circa dalla rotonda all’incrocio tra il lungomare Sirena e via Carducci.

Poi la carovana prenderà il lungomare Marconi per deviare su via Trento o su via Mazzini ad Alba Adriatica (lo decideranno gli organizzatori in base ai chilometri da rispettare); da qui ci si immetterà sulla strada statale 16, si imboccherà via Ferrari a Tortoreto per proseguire verso Tortoreto Alto e da qui verso Castelfidardo.

I “numeri” del Giro che interesseranno la costa sono imponenti: 140 uomini impegnati negli allestimenti, 80 mezzi-carovana, 44 ammiraglie e 22 bus squadre. Il villaggio rosa a disposizione di squadre, organizzatori, Rai e giornalisti sarà allestito a sud di Lido Marconi sul lungomare a Tortoreto.

Quanto agli interventi sul manto stradale, Tortoreto potrebbe limitarsi al rifacimento del tratto di lungomare interessato ultimamente dai lavori di scavo per la nuova condotta acque bianche, situata all’altezza del nuovo parco giochi. Ad Alba Adriatica, il sindaco Franchino Giovannelli, ha garantito l’anticipazione dei lavori, già programmati, di rifacimento di via Mazzini (qualora si decidesse di far passare qui i ciclisti) dell’importo di 200mila euro circa.

 10/02/2011 15.48