Delfino Pescara. Oggi all'Adriatico arriva la Triestina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1850

PESCARA. Dopo 2 settimane di stop forzato per il rinvio della gara di sabato scorso, oggi pomeriggio il Pescara torna in campo allo stadio Adriatico contro la Triestina.

I biancazzurri, reduci 15 giorni fa dalla sconfitta immeritata di Siena, contro gli alabardati cercano il riscatto per avvicinare ulteriormente la zona play-off.

Il Pescara, dopo aver superato nell'ordine Portogruaro, Vicenza e Cittadella, cerca un poker di vittorie interne consecutive che manca dal 1999, anno in cui i biancazzurri arrivarono ad un passo dalla serie A.

Il tecnico Di Francesco dovrebbe optare per il classico 4-4-2 in fase di non possesso del pallone, con la presenza dal primo minuto di Gessa a destra e Bonanni a sinistra. Per il resto in difesa ballottaggio a 3 per due maglie tra Mengoni, Olivi e Diamoutene con i primi 2 leggermente favoriti sul centrale maliano.

Per il resto collaudata linea di difesa a quattro con Capuano e Olivi nel mezzo spalleggiati sugli esterni da Zanon e Petterini a protezione della porta difesa da Pinna. A centrocampo nel mezzo spazio al duo Cascione-Nicco, quest'ultimo in vantaggio rispetto ad Ariatti, con Bonanni e Gessa a presidiare le corsie esterne. In avanti largo al tandem Bucchi-Sansovini. Qualora l'ex centravanti di Napoli e Perugia non dovesse essere in condizioni fisiche accettabili, spazio ad uno tra Stoian e Verratti. Out per squalifiche ed infortuni Tognozzi, Soddimo e Maniero.

Di Francesco comunque ha convocato i portieri Pinna e Bartoletti; i difensori Del Prete, Diamoutene, Capuano, Mengoni, Olivi, Petterini e Zanon; i centrocampisti Ariatti, Berardocco, Bonanni, Cascione, Gessa, Nicco, Stoian e Verratti; gli attaccanti Bucchi e Sansovini.

Per quanto riguarda la Triestina, il tecnico degli alabardati Alessandro Salvioni ha convocato 21 giocatori: Antonelli, Bariti, Brosco, Colombo, Cottafava, D'Aiello, D'Ambrosio, Della Rocca, Gerbo, Gissi, Longhi, Longoni, Lunardini, Malagò, Marchi, Matute, Miramontes, Sabato, Testini e Viotti.

Allo stadio Adriatico, fischio d'inizio oggi alle ore 15.00, dirigerà l'incontro Andrea Corletto della sezione di Castelfranco Veneto. Guardalinee Segna e Argiento.

Negli undici precedenti a Pescara tra adriatici ed alabardati, i biancazzurri sono in vantaggio per 9 successi a 1. Un solo pareggio tra le due compagini, risalente alla lontana stagione 1983/1984. Nell'ultimo match disputato all'Adriatico tra le due formazioni, il Pescara si è imposto 2-0 nella stagione 2006/2007.

In casa il Pescara ha ottenuto 6 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. La Triestina, lontana dallo stadio Nereo Rocco, ha racimolato la miseria di 8 punti, frutto di 5 pari, altrettante sconfitte ed un successo il 9 novembre scorso 3-1 a Livorno.

Tra le mura amiche, inoltre, il Pescara non subisce reti da 233 minuti. Poi nelle ultime 13 gare Sansovini e compagni soltanto in una occasione non sono andati in rete, nella pesante sconfitta del 30 ottobre scorso 2-0 contro il Modena.

Il manto erboso dell'Adriatico, colpito dalle abbondanti piogge degli ultimi 2 giorni, non è ovviamente in condizioni ottimali ma dovrebbe essere scongiurato il rischio di rinvio della gara. Al momento, garantisce sia la società sia gli operatori del comune, ci sono tutte le condizioni perché la gara venga disputata senza problemi.

Nessuna novità per quanto riguarda il mercato sia in entrata sia in uscita che chiuderà i battenti lunedì 31 gennaio alle ore 19.00. Perlopiù gli operatori di mercato pescaresi cercheranno di piazzare tutti quegli elementi in esubero che non rientrano nei piani tecnici di società e allenatore. Su tutti Camorani e Carboni.

Pescara-Empoli nel frattempo verrà recuperata il 22 febbraio prossimo allo stadio Adriatico alle ore 18.30.

Consueti impegni nel week-end infine per le formazioni giovanili biancazzurre.

 Andrea Sacchini  29/01/2011 9.02