Delfino Pescara. Zanon a PrimaDaNoi.it: «meno errori in difesa»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2656

PESCARA. Proseguono gli allenamenti in casa Pescara in vista del big match di domenica con la corazzata Atalanta.

In settimana l'obiettivo di Eusebio Di Francesco è quello di recuperare dall'infermeria alcuni elementi importanti. Out Bonanni ed Ariatti appaiono completamente ristabiliti Petterini ed Olivi, che dovrebbero riprendere il loro posto in difesa dal primo minuto. Per il resto fiducia allo stesso undici delle ultime domeniche con il tandem Ganci-Sansovini di punta.  Confermatissimo dall'inizio Zanon, esordiente assoluto in serie B, lieta sorpresa di questo inizio di campionato biancazzurro: «sono contento a livello personale ma è normale che il singolo viene aiutato dalla squadra. Preferisco parlare del gruppo e sono convinto che lavorando con questa intensità sarà possibile togliersi qualche soddisfazione importante».

Inevitabile un passo indietro alla sconfitta di 4 giorni fa a Trieste: «non abbiamo approcciato al meglio la partita, ce lo ha detto anche il mister in questi giorni, ma nella ripresa abbiamo reagito bene. È mancata un po' di concretezza sotto porta che ci ha condannati alla prima sconfitta stagionale».

«Non abbiamo approcciato al meglio il match» – va avanti il terzino pescarese – «però anche loro gol a parte non hanno avuto tantissime occasioni da rete. Potevamo stare più attenti in difesa e più precisi e determinati sotto porta. Siamo stati sfortunati negli episodi chiave ma non serve recriminare». Dopo due buone prestazioni in difesa con Siena ed Empoli, con la Triestina ci sono state diverse disattenzioni del pacchetto arretrato degli adriatici: «dobbiamo ancora sistemare qualcosa lì dietro è normale. Lavoriamo tutta la settimana ed è normale che a volte si può essere puniti da un episodio occasionale come il gol della Triestina. Una palla vagante in area con tutti noi disattenti».

«Rimontare fuori casa è sempre difficile» – prosegue Zanon – «figuriamoci se non finalizziamo le azioni da gol che puntualmente creiamo diventa ulteriormente dura». Sabato l'appuntamento è con l'Atalanta, vera e propria corazzata e sulla carta squadra più forte della categoria: «è una squadra che non ha bisogno di presentazioni. Per la serie B sono una corazzata e per batterli dovremo ridurre al minimo ogni errore. Quando si affronta una corazzata è vitale commettere meno errori possibili. Cercheremo di fare al meglio, limitando il loro gioco offensivo cercando ci colpire con maggiore concretezza in zona gol».

Nel frattempo sono in vendita i tagliandi proprio per il match di sabato all'Adriatico. I prezzi vanno dai 35 euro delle poltronissime ai 14,00 della Curva Nord.

Andrea Sacchini  09/09/2010 8.08