Delfino Pescara. Sul mercato le priorità riguardano portiere e difensore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2496

PESCARA. Va avanti senza particolari sussulti il mercato del Pescara.

Il duo Lucchesi-Delli Carri lavora sia in entrata sia in uscita non senza difficoltà soprattutto per quanto riguarda alcune dismissioni. Il caso più spinoso riguarda Camorani, per il quale in questo momento non ci sono richieste neanche da categoria inferiore. L'ex centrocampista di Lecce e Treviso, da 2 anni fuori dal progetto tecnico del Pescara, ha un contratto piuttosto oneroso ed è molto difficile da piazzare. Nelle ultime ore si sta valutando l'ipotesi di una rescissione contrattuale che, allo stato attuale delle cose, sembra l'unica soluzione possibile. Diverso invece è il discorso di Carboni, mai utilizzato quest'anno, che ha diversi estimatori in Lega Pro. Vicinissimi alla partenza anche Aquilanti, destinazione Alessandria, e Zappacosta.

Lascerà Pescara anche Alcibiade, che farà posto ad un difensore centrale di grande esperienza nella cadetteria. Tutti gli indizi portano a Diamoutene, ormai fuori rosa nel Lecce, che approderebbe in riva all'Adriatico con la formula del prestito e con il club pugliese che si accollerebbe parte sostanziosa del suo lauto ingaggio semestrale.

L'altro caso spinoso da risolvere riguarda il portiere. Pinna, che a più riprese ha dichiarato la propria volontà di restare in biancazzurro, non ha ancora accettato l'offerta del Pescara di rinnovo di contratto. L'alternativa all'ex numero uno della Torres è rappresentata da Avramov, terzo portiere della Fiorentina, che approderebbe ben volentieri in riva all'Adriatico. Al vaglio anche un altro paio di estremi difensori.

Per il resto la rosa dovrebbe rimanere invariata con la conferma in avanti di Ganci.

 LA QUESTIONE PINNA

 «Voglio restare a Pescara» – dichiara Salvatore Pinna – «non mi interessa minimamente l'aspetto economico. La mia volontà è quella di rimanere in biancazzurro fino a giugno in ogni caso».

«Siamo contenti del campionato di Pinna» – racconta il Dg Fabrizio Lucchesi – «ma gradiremmo che il portiere comunicasse direttamente alla società le sue decisioni per il futuro. Apprendo ora delle dichiarazioni di Pinna e sono contento, anche se sono in contraddizione con quanto detto da lui stesso nelle ultime settimane».

«Teoricamente lui è libero di trovarsi un'altra squadra e noi un altro portiere» – va avanti Lucchesi – «anche perché so che Pinna ha dato mandato al proprio procuratore Arbotti di trovare eventualmente un'altra squadra. Noi non vogliamo essere impreparati e per questo stiamo monitorando con attenzione il mercato. Pinna ha già rifiutato una nostra offerta di rinnovo contrattuale, vedremo cosa succederà nei prossimi giorni».

 Andrea Sacchini  18/01/2011 15.11