Delfino Pescara. Gessa a PrimaDaNoi.it: «con l'Atalanta possiamo vincere»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2674

.

PESCARA. Ripresa degli allenamenti ieri per il Pescara in un clima disteso nonostante il ko di domenica scorsa a Trieste.

Una sconfitta, sfortunata e tutto sommato immeritata, che ha confermato il Nereo Rocco come campo tabù nella storia biancazzurra.

A fronte di un primo tempo negativo, nella ripresa gli uomini di Eusebio Di Francesco hanno reagito mancando però di quella fortuna e concretezza necessarie per raddrizzare il risultato. Sabato test probante per il Pescara che ospiterà all'Adriatico la corazzata Atalanta, reduce dal pareggio casalingo per 0-0 ottenuto col Frosinone.

Tra le note positive di questo inizio di campionato c'è sicuramente Andrea Gessa, titolare inamovibile sulla fascia ed autore di prestazioni di alto livello: «faccio il possibile per la squadra dando tutto me stesso. Domenica con la Triestina sono stato un po' sfortunato in zona gol, ma questo non è un problema per me il vero dispiacere c'è stato nel vedere la prima sconfitta in campionato della squadra».

Il Pescara appunto è reduce dal ko di Trieste. Una sconfitta che comunque non cancella quanto di buono fatto vedere fino ad ora: «dobbiamo ripartire proprio dai lati positivi messi in mostra in queste prime 3 giornate. Dobbiamo migliorare l'approccio alla partita ma il tecnico Di Francesco certamente ci darà una mano importante per risolvere questo problema».

«Abbiamo iniziato male a Trieste per una lunga serie di fattori» – prosegue l'esterno biancazzurro – «sicuramente ha inciso il fatto che venivamo da 2 partite ben giocate con molta attenzione. Forse siamo entrati un po' molli e scarichi, cosa che non puoi permetterti a nessun livello figuriamoci in serie B. Siamo una squadra che sicuramente sa giocare a calcio, ma non possiamo permetterci cali di concentrazione».

L'assenza di Olivi e un po' di sfortuna possono essere delle attenuanti ma il Pescara non è stato il migliore visto fin'ora: «per noi Olivi è un giocatore fondamentale ma la squadra ha i ricambi giusti per sopperire ad ogni assenza. È quindi giusto non attaccarsi a queste situazioni per giustificare una sconfitta. Nella ripresa siamo stati sfortunati e loro con un tiro in porta molto fortunato hanno conquistato 3 punti».

«Una squadra come la nostra non può attaccarsi alla buona sorte» – va avanti Gessa – «dobbiamo trovare la via dei risultati con il gioco cercando l'azione giusta. Cercando di essere concentrati sia in zona offensiva sia difensiva».

Sabato all'Adriatico arriva l'Atalanta, forse la favorita numero 1 insieme al Siena per la vittoria del campionato. Una squadra che non ha bisogno di alcuna presentazione: «è una compagine con giocatori di serie A. Dovremo giocare come contro il Siena ma certamente possiamo giocarcela con tutti. Dobbiamo pensare ai 3 punti poi sarà il mister a preparare l'incontro. Davanti ai nostri tifosi ce la metteremo tutta per portare a casa punti preziosi per la nostra classifica».

 Andrea Sacchini  08/09/2010 8.52