Coppa Ehf: la Teknoelettronica Teramo cade in Belgio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2446

TONGEREN - E' pesante il bilancio della trasferta in Belgio per la Teknoelettronica in gara-1 del primo turno di Coppa Ehf.

 

L'emozione dell'esordio, il ritardo di preparazione dei teramani rispetto ai Campioni del Belgio ma soprattutto Raupenas in campo con evidenti problemi a un ginocchio: sono forse questi gli ingredienti del 21-36 per il Tongeren che ipoteca la qualificazione e il diritto a giocare il secondo turno contro la Stella Rossa di Belgrado.

I teramani hanno retto nei primi 15 minuti di gara, fin quando la regia di Piero Di Leo ha trovato appoggi sui terminali di attacco e prima che il Tongeren mettesse in campo tutte le sue micidiali armi: velocità, corsa e intesa. I belgi, che sono in palestra da oltre un mese e mezzo e hanno cominciato già (vittoriosamente) il campionato della Benelux Liga, hanno giocato sessanta minuti allo stesso ritmo senza mai mollare, subendo soltanto nell'inizio di ripresa il ritorno della Teknoelettronica, la ci difesa schierata ha rallentato un pò gli attacchi dei padroni di casa che però hanno trovato micidiali seconde fasi sugli errori dei teramani sbilanciati verso un impossibile recupero del match. Decisivi i periodi tra il 20' e il 25' di entrambi i tempi; nel primo il Tongeren ha inflitto un 4-1 che l'ha portato avanti di 8 (il parziale di primo tempo è stato di 17-9) e nel secondo quel 7-2 che ha chiuso la partita. Con Di Leo già al 23' gravato di due esclusioni (per lui al 58' è arrivato anche il cartellino rosso per somma di 2 minuti) e Raupenas in campo stoicamente (ha stretto i denti e ha tirato il tentativo di riscossa con 5 reti realizzate), la Teknoelettronica ha subito in lungo e in largo gli avversari.

Non tutto è da buttare però di questa esperienza europea, secondo la squadra: le ottime prestazioni dell'esordiente Di Leo, ma soprattutto di un Andrea Di Marcello e di capitan Corrado in campo nonostante l'infortunio, addolciscono le amarezze e le incertezze della serata no dell'ungherese Szilard Horvath e del pesante risultato che costringe Teramo all'impresa nella gara di ritorno al Palasannicolò, sabato prossimo 11 settembre, quando servirebbe una vittoria di 16.

Domani (martedì) consulto medico per decidere sulle condizioni fisiche di Raupenas: non è escluso che lo staff medico decida di sottoporre subito il forte terzino lituano all'intervento chirurgico in artroscopia al ginocchio, per accelerare i tempi di recupero e averlo a disposizione per l 'inizio del campionato.

 Ecco il tabellino dell'inconto:
United Hc Tongeren-Teknoelettronica Teramo 31-26 (pt 17-9)
TONGEREN: Polfliet, Guccio, Roland 1, Dimitroski, Stulens, Schepers, Roggeman 6, Bourlet 10, Lupica, Tasevski 9, Stijnen, Luyten 2, Tack 4, Qerimi 4. All. Schouterden.
TEKNOELETTRONICA: Di Marcello Pl., Di Leo 5, Di Marcello A. 4, Rispoli V., Horvath 3, Raupenas 5, Rispoli A. 3, Di Marcello Mt., Vaccaro 1, Angeletti, Arduini, Di Giambattista, Maiella, Corrado. All. Fonti.
ARBITRI: Bounouara e Sami (Francia).
DELEGATO EHF: Donven (Lussemburgo).
NOTE: rigori, Tongeren 4/4, Teknoelettronica 3/4; esclusioni, Tongeren 5 (2 pt, 3 st), Teknoelettronica 6 (3 pt, 3 st). Esclusione definitiva: Di Leo (58'38").

 

06/09/2010 13.53