Serie B. Prima sconfitta stagionale 1-0 a Trieste per il Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3690

TRIESTE. Prima sconfitta stagionale in campionato per il Pescara che soccombe per 1-0 a Trieste.

PESCARA-TRIESTINA

Gol partita di Marchi all'ottavo del primo tempo. Sconfitta ingiusta per i valori tecnici espressi in campo che la dice lunga sulle attuali difficoltà dei biancazzurri in zona gol. In 3 partite gli uomini di Eusebio Di Francesco hanno realizzato solamente una rete. Come accaduto nei precedenti 2 incontri con Siena ed Empoli il Pescara ha costruito molto e finalizzato poco. Per quanto visto fin'ora la squadra necessita di un ulteriore attaccante di categoria. Lo stesso che, per un motivo o per l'altro, non è arrivato nell'ultima finestra di calciomercato.

Massimo risultato con il minimo sforzo invece per la Triestina, che è riuscita nell'impresa di conquistare l'intera posta in palio sfruttando il minimo errore dell'avversario. Contrariamente alle precedenti gare questa volta i biancazzurri non hanno dato prova di grande solidità in difesa. L'assenza di capitan Olivi dal primo minuto, leggero guaio muscolare, ha certamente influenzato l'intero pacchetto arretrato, in difficoltà nei rapidi contropiedi avversari,

Confermati come già detto ancora una volta i limiti della fase d'attacco. Buoni schemi, discreto gioco ma scarsa concretezza negli ultimi 25 metri. Il Pescara, tecnicamente certamente superiore alla Triestina, ha pagato come spesso è successo nell'ultimo anno poca determinazione e cattiveria sotto porta.

In avvio di gara pronti, via e subito la Triestina sblocca il risultato. Buona combinazione Toledo-D'Ambrosio sulla destra e pallone di quest'ultimo nel mezzo per l'accorrente Marchi che indisturbato e libero da marcature insacca alle spalle di Pinna. Grave in questo caso la dormita della difesa pescarese, completamente immobile ed impreparata.

Il Pescara reagisce ed al decimo Ganci da buona posizione manda la sfera sul fondo.

Al 20esimo occasione d'oro per i padroni di casa con Matute che da due passi non inquadra lo specchio della porta su preciso suggerimento dalla fascia dell'onnipresente Toledo.

Prima del riposo una chance per parte. Per la Triestina Godeas di testa sugli sviluppi di un corner trova pronto Pinna mentre per i biancazzurri Sansovini ancora una volta pecca di precisione appena dentro l'area di rigore.

Nella ripresa al nono l'occasione più ghiotta di chiudere il match per i biancorossi. Godeas lanciato in contropiede solo davanti a Pinna si lascia anticipare dall'uscita disperata del portierone pescarese.

Aumenta la pressione del Pescara che si concretizza al 25esimo con un palo clamoroso di Gessa autore di una bella conclusione a giro appena dentro l'area.

Al 36esimo sugli sviluppi di un calcio piazzato Sembroni alza di testa troppo la mira. L'ultima azione pericolosa al 40esimo porta la firma di Sansovini che da ottima posizione esalta i riflessi dell'estremo difensore Colombo. Pochi secondi dopo diagonale insidioso ma impreciso di Gessa.

Per il Pescara, 2 punti in 3 partite, ora tutta l'attenzione è rivolta al match di sabato all'Adriatico contro la corazzata Atalanta. Certamente in settimana Di Francesco lavorerà anche sul modulo di gioco, che nelle prossime settimane con ogni probabilità dovrà contemplare la presenza dal primo minuto di Verratti.

 TABELLINO

 TRIESTINA: Colombo, D'Ambrosio, Brosco, Scurto, Sabato, Toledo (43'st Malagò), Matute, Lunardini, Testini (21'st Antonelli), Godeas, Marchi (29'st Filkor). A disposizione: Viotti, Gissi, Baritti e Lionetti. Allenatore: Iaconi.

PESCARA (4-4-2): Pinna; Mengoni, Sembroni, Zanon, Del Prete; Gessa, Nicco (31'st Verratti), Cascione, Soddimo (15'st Maniero); Ganci, Sansovini. A disposizione: Bartoletti, Aquilanti, Petterini, Martella, Zappacosta. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: Palazzino di Ciampino.

 

Andrea Sacchini  06/09/2010 9.25