Delfino Pescara. Attenzione rivolta a Vicenza e mercato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3066

PESCARA. Vanno avanti gli allenamenti in casa Pescara in vista del match interno di sabato contro il Vicenza.

Nel giorno dell'immacolata partitella in famiglia per gli uomini di Eusebio Di Francesco al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. È tornato in gruppo Olivi mentre Ganci prosegue il proprio lavoro differenziato. Out anche Stoian alle prese con terapie. Oggi esami diagnostici per Soddimo e Gessa, alle prese rispettivamente con una contusione alla caviglia sinistra ed un risentimento ai flessori della coscia destra.

«Sono contento della prestazione dei ragazzi a Livorno» – racconta Eusebio Di Francesco – «ma non mi accontento del pari e l'ho già detto ai giocatori. Quando si può ottenere risultato pieno e si creano diverse palle gol bisogna vincere. Noi a Livorno dovevamo vincere, non dobbiamo accontentarci del pareggio e questo discorso vale anche per il futuro».

Il punto di Livorno dunque ha lasciato un po' l'amaro in bocca al tecnico pescarese: «non sono proprio 2 punti persi ma per come si era messa la partita ad un certo punto credevo di vincerla. Anche dopo il pareggio del Livorno abbiamo creato un paio di favorevolissime occasioni da gol».

Sabato all'Adriatico arriva il Vicenza: «hanno vinto le ultime 3 partite dopo un periodo di risultati difficile. Hanno cambiato modulo trovando più equilibrio con 3 difensori. Entrambi siamo in un ottimo momento e ce la giocheremo fino alla fine».

«Cerco di dare alla squadra grande continuità di risultati» – conclude Di Francesco – «in modo da ripartire a gennaio da una zona più tranquilla di classifica».

Ieri il Vicenza ha pareggiato 2-2 con il Siena e potrebbe risentire con gli adriatici del duro impegno infrasettimanale.

Nel frattempo il Pescara comincia a muovere i primi passi in vista della finestra invernale di calciomercato. Come dichiarato a più riprese dai vertici societari biancazzurri, Peppe De Cecco in primis, il Pescara non comprerà tanto per comprare e si limiterà con ogni probabilità ad operazioni di poco rilievo. La priorità al momento in ogni caso è quella di sfoltire l'organico e piazzare tutti quegli elementi poco utilizzati in stagione dal tecnico Di Francesco. Eventuali ricavi verrebbero reinvestiti completamente nella campagna di rafforzamento della rosa che, cessione o meno di calciatori in esubero, al momento è carente almeno in attacco.

In questi giorni si allena col gruppo Olivier Bonnes, centrocampista incontrista di 20 anni, in scadenza di contratto con il Nantes. Possibile che resti a Pescara a partire dal 2 di gennaio.

Per il resto ancora nessun nome anche se qualcosa inizia a muoversi per il reparto offensivo. I nomi fatti fin'ora sono stati quelli di Martinetti e Bucchi che, per un motivo o per un altro, difficilmente vestiranno la maglia biancazzurra. Per Martinetti il Sassuolo chiede tanti soldi anche solo per la metà del cartellino mentre Bucchi, mai utilizzato da Mazzarri nel Napoli, nonostante le grandi qualità tecniche preoccupa per lo stato di forma.

Il duo Lucchesi-Delli Carri è anche alla ricerca di un jolly difensivo, capace di adattarsi sia nel mezzo sia sull'out di difesa.

 Andrea Sacchini  09/12/2010 13.59