Delfino Pescara. Maniero: «il periodo brutto è alle spalle»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2948

PESCARA. Dopo il buon pareggio ottenuto nel recupero col Frosinone, il Pescara prepara alla clemente l’imminente trasferta di sabato sul campo ostico del Livorno.

Per l’occasione il tecnico Di Francesco potrebbe confermare a grandi linee lo stesso undici di martedì. Nel frattempo proseguono gli allenamenti. Stoian, Olivi e Ganci hanno svolto lavoro differenziato. Per il centrocampista rumeno 45 giorni di stop circa per una lesione di secondo grado ai flessori della coscia destra. Per Olivi almeno 10 giorni di riposo per una distorsione al ginocchio destro con interessamento del legamento collaterale mediale.

È un nuovo Pescara rinnovato nello spirito e nel morale quello uscito dagli ultimi 2 impegni di campionato. A partire dalla reazione sotto di 2 gol con il Portogruaro, la squadra ha dimostrato di avere carattere e di saper reagire anche nei momenti più difficili. Il punto di Frosinone invece, importantissimo in ottica salvezza, ha dato maggiore convinzione dei propri mezzi agli uomini di Eusebio Di Francesco che per azioni da gol create avrebbero meritato anche il successo. Da Frosinone torna un Pescara convinto, che tra le tante note positive ha trovato un Riccardo Maniero finalmente determinante: «ero ben piazzato sul secondo palo poi è chiaro che la fortuna è stata determinante sul mio gol. La palla è passata tra le gambe di molti giocatori ed io non potevo far altro che realizzare il gol da quella posizione».

«Per me è stata come una liberazione» – prosegue il centravanti del Pescara – «non è facile per un attaccante rimanere tanto tempo a secco senza realizzare reti. Sono stati mesi difficili per me non lo nascondo, ma finalmente è arrivato anche il mio momento».

Dedica speciale anche ai compagni di squadra: «ovviamente dedico questo momento felice a tutta la squadra. Tutti, anche società e mister, mi sono stati vicini in questo periodo. È merito di tutti se il Pescara ora ha una buona classifica. Abbiamo dimostrato anche nelle difficoltà di saper lottare».

«A Frosinone ho visto in campo lo stesso atteggiamento visto col Portogruaro» – racconta invece Eusebio Di Francesco – «quando abbiamo reagito nella ripresa recuperando 2 gol e realizzando 4 reti in 25 minuti. Un plauso particolare va a chi finora è stato impiegato bene. Captano ha disputato un buon match dimostrando tanta personalità. Maniero invece si è sbloccato ed ha dimostrato di avere qualità importanti, già messe in mostra pochi giorni prima col Portogruaro».

«Complessivamente» – conclude il tecnico biancazzurro – «la classifica del Pescara è giusta. Siamo una buona squadra che ha sempre dimostrato di avere carattere. Forse potevamo fare qualche punto in più all’inizio ma poi col passare delle giornate tutto si ripiana».

 Andrea Sacchini  02/12/2010 15.03