Serie B. Nel recupero, il secondo tempo di Frosinone-Pescara termina 1-1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3513

FROSINONE. Ottimo punto in chiave salvezza per il Pescara che nel recupero del Matusa pareggia 1-1 col Frosinone. Vantaggio dei padroni di casa al primo con Sansone e definitivo pari di Maniero al minuto 25.

Gara strana perché disputata, per la prima volta nella storia del club biancazzurro, sulla distanza di soli 45 minuti per effetto della sospensione del match la settimana scorsa.

Risultato che va stretto agli adriatici per i valori tecnici espressi in campo e per le occasioni da gol create e non sfruttate soprattutto nei primi 25 minuti. Dopo un buon avvio del Frosinone, andato in gol al primo minuto a causa della solita incertezza difensiva, il Pescara è venuto fuori alla distanza raggiungendo con merito il pareggio nella seconda parte di gara pur gettando alle ortiche parecchie buone palle gol.

Difficile ovviamente giudicare la prova delle squadre visto il poco tempo a disposizione e la difficile preparazione di una partita tutta impostata sulla velocità.

Come per l'andata, anche se ovviamente in misura molto minore, la pioggia ha condizionato le giocate degli elementi più tecnici delle due squadre.

Nel Pescara buone prove per Nicco, il giovane Capuano e Maniero. Da rivedere soprattutto Ariatti, Del Prete, Pinna ed Alcibiade che sono apparsi lontani dalla migliore condizione. Per il resto prestazione convincente nel complesso, con l'undici di Di Francesco ordinato e ben disposto in campo che ha concesso poco all'avversario. Buona difesa ma attacco poco incisivo che ha creato ma sprecato altrettanto sotto porta.

Ottimo avvio dei padroni di casa in vantaggio già al primo minuto con Sansone, abilissimo ad insaccare alle spalle di Pinna non completamente esente da colpe.

Il Pescara stenta a reagire ma il Frosinone non ne approfitta abbassando di parecchio il proprio baricentro. Al 12esimo ghiotta occasione per Sansovini, che solo davanti a Sicignano non inquadra lo specchio della porta. 3 minuti dopo ancora biancazzurri insidiosi ma questa volta fa tutto Scarlatto, difensore dei ciociari, che nel tentativo di liberare l'aria cincischia e per un nulla non beffa il proprio portiere.

Al 25esimo il meritato pareggio del Pescara. Maniero, entrato da pochi minuti per Ariatti, è il più lesto a realizzare avventandosi su una imprecisa respinta centrale di Sicignano su cross dalla destra.

Al minuto 32 la ghiotta occasione del raddoppio per gli adriatici capita sui piedi di Sansovini la cui conclusione è troppo debole e centrale.

Prima del triplice fischio conclusione velleitaria altissima di Bottone.

Per il Pescara un punto importante per la classifica che permetterà di preparare con maggiore tranquillità la prossima trasferta di sabato a Livorno.

 TABELLINO

 FROSINONE: Sicignano, Scarlato, Catacchini, Terranova, Bocchetti (40' Ben Djema), Lodi, Basso (34' Di Tacchio), Bottone, Grippo, Santoruvo, Sansone (38' Di Carmine). A disposizione: Frattali, Aurelio, Gucher, Tavares. Allenatore: Carboni.

PESCARA (4-4-2): Pinna; Del Prete, Alcibiade, Mengoni, Capuano; Cascione, Nicco, Gessa, Ariatti (22' Maniero), Bonanni (30' Tognozzi); Sansovini (39' Soddimo). A disposizione: Cattenari, Petterini, Sembroni, Mazzotta. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: Ruini della sezione di Reggio Emilia.

 Andrea Sacchini 30/11/2010 17.15