Delfino Pescara. Lucchesi e Di Francesco guardano al futuro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2310

PESCARA. Proseguono gli allenamenti in casa Pescara in vista della trasferta di sabato a Frosinone.

 

Tutti a disposizione del tecnico eccezion fatta Bartoletti, Olivi e Petterini che hanno lavorato a parte. L'obiettivo dell'undici di Di Francesco, che affronterà una squadra in crisi di risultati reduce da 3 sconfitte consecutive, è ovviamente quello di riscattare nella prestazione e nel punteggio il mezzo passo falso col Piacenza ed il rovescio inatteso nel derby con i marchigiani.

Con il Frosinone rientreranno diversi elementi importanti dalla squalifica. Mengoni riprenderà il proprio posto al centro della difesa, mentre la cabina di regia verrà nuovamente affidata a Cascione.

«Anche con molti assenti l'impegno è stato tantissimo» – racconta il Dg Fabrizio Lucchesi – «poi un errore individuale in più o in meno non ha influenzato l'esito della gara. Chi ha giocato ha fatto il proprio dovere senza far rimpiangere chi era assente per squalifica o infortuni».

Normale un passo indietro alla sconfitta di 3 giorni fa con l'Ascoli: «abbiamo perso contro una squadra che ha fatto 2 tiri in porta. Gol evitabili ma il dispiacere maggiore è quello di non aver chiuso prima la partita. Dobbiamo correggere questi errori che commettiamo ormai da inizio campionato. Creiamo tantissimo ma non riusciamo a fare tanti gol».

All'orizzonte c'è la trasferta di Frosinone: «dobbiamo stare attenti a non farci influenzare dalle loro ultime 3 sconfitte consecutive. È sempre difficile giocare contro squadre in difficoltà, ma noi dobbiamo fare la nostra partita. Pensiamo a noi stessi cercando di evitare alcuni errori».

«Dobbiamo finalizzare al meglio le occasioni da gol che ci capitano» – conclude Lucchesi – «ed essere più attenti e concentrati in difesa evitando gol come gli ultimi che abbiamo subito».

L'attenzione di Eusebio Di Francesco è invece tutta rivolta agli errori difensivi che nelle ultime partite stanno condizionando non poco i risultati del Pescara: «abbiamo commesso sbavature in entrambi i gol dell'Ascoli, ma purtroppo questi errori da inizio campionato ci capitano spesso. Non voglio però gettare la croce sul reparto difensivo. La difesa in ogni caso si è comportata bene in quanto non ho visto errori dei singoli giocatori. Dobbiamo migliorare tutti, anche davanti potevamo fare molto di più».

«La reazione comunque c'è stata, per alcuni momenti ho rivisto la partita col Piacenza» – termina Di Francesco – «anche se non abbiamo avuto fortuna con le conclusioni di Stoian. Ci abbiamo provato fino alla fine ora la parola d'ordine è ripartire».

 Andrea Sacchini  18/11/2010 10.13