Motociclismo, D'Annunzio spera in un contratto motomondiale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2618

VALENCIA. Studia da fenomeno Federico D’Annunzio nel CEV, Campionato spagnolo di velocità di motociclismo, classe Moto2.

 

In sostanza, la palestra in cui ci si prepara per sperare in un contratto al Motomondiale. Il giovane pilota di Collecorvino ha conquistato un positivo 11° posto domenica scorsa a Valencia, sul circuito “Ricardo Tormo”, nella categoria Prototipi. Al primo contratto nella Moto2, D’Annunzio è reduce dal 4° posto centrato alla prima partecipazione nel campionato Europeo Superstock della scorsa stagione, in sella alla sua Yamaha della Martini Corse. Posizione che gli ha fatto ottenere il titolo di “rookie of the year”, la rivelazione dell’anno.

Anche nel campionato spagnolo il pilota s’è fatto subito notare in una categoria di altissimo livello, tra colleghi esperti che hanno corso, o stanno correndo attualmente, al Motomondiale. Si corre su piste prestigiose, quattro delle quali sono nel calendario del Circus della Moto Gp (Barcellona, Valencia, Jerez de la Frontera e Aragon), ma Federico supera subito emozione e qualche problemino tecnico, prendendo il 16° posto in qualifica. In gara la partenza è ottima ma alla settima curva un concorrente gli cade davanti costringendolo a rallentare. Arriva prima al dodicesimo posto, poi fa un’impresa negli ultimi cinque giri: emozionante duello con Oscar Climent (pilota del team MIR Racing) che si conclude con un memorabile sorpasso all’ultima curva. Federico è 11°,

vince Carmelo Morales, secondo Axel Pons, terzo Roman Ramos.

«Sono molto contento di questo debutto in Moto2», ha detto Federico D’ Annunzio.

«La moto è bellissima da guidare, ma molto impegnativa. Questa gara è stata molto utile per conoscerla, e soprattutto per capire che preparazione fisica richiede questo tipo di gare, con diciannove giri, nove in più rispetto ai dieci della Superstock. Ringrazio la FDA Racing Team e tutti gli sponsor che mi hanno concesso questa possibilità».

Il prossimo appuntamento del pilota pescarese è a Jerez de la Frontera, domenica prossima, 21 novembre, per la settima ed ultima prova del Campionato spagnolo di velocità.

«E’ una pista molto impegnativa in cui non ho mai girato, proverò a fare bene».

18/11/2010 9.17