Calcio, serie D: Presentata la Renato Curi Angolana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5578

CITTA' SANT'ANGELO. Entusiasmo ieri sera al Teatro Comunale per la presentazione della rosa 2010-2011, della Renato Curi Angolana.

 

Domenica parte il campionato di Serie D e l'Angolana, iscritta al girone F, esordisce in casa con l'Atessa Val di Sangro arl. Così l'amministrazione comunale ha voluto organizzare un momento di incontro con la città: «è un modo per far sentire i tifosi vicini alla squadra» ha spiegato l'assessore allo sport Ignazio Pratense.

Il presidente Gabriele Bankowsky ha ringraziato l'amministrazione perchè sempre molto vicina alle esigenze della società: «Siamo qui a raccontare una nuova avventura» ha spiegato con un sorriso. «Questa realtà è anche merito della famiglia De Cecco che adesso ha lasciato, ma ci segue da vicino. I giocatori ci sono venuti incontro, capendo che con l'uscita di De Cecco non c'è la stessa disponibilità economica del passato. Sono convinto che faremo un buon campionato, i giocatori di qualità di sono e i tecnici pure».

Il mister Antonio Cipriani è ottimista: «Sono molto contento di questa squadra. E' un anno importante, dove ognuno si gioca un pezzo del proprio futuro. Posso dire che chi vorrà vincere contro l'angolana dovrà spendere fino all'ultima goccia di sangue». Il sindaco Gabriele Florindi ha ricordato di non essere uno sportivo, ma che è da sempre molto legato all'Angolana: «quest'anno seguirò le partite allo stadio», ha annunciato. Poi ha ricordato gli investimenti del Comune per lo stadio: i lavori sono in corso, ma l'Angolana potrà giocare regolarmente le partite in casa, fin dalla prima di campionato. Gli interventi renderanno il comunale idoneo ad ospitare incontri fino alla prima divisione della Lega Pro.

Tra le novità, doppi spogliatoi, sala doping, stanza per il 4° uomo e arbitri donna, angolo stampa per le interviste tv, tribuna metallica, sedili in plastica per i gradoni in cemento già esistenti. Pianificati anche la ristrutturazione del locale del custode, e la revisione di tutti gli impianti, compresi quelli d'irrigazione.

L'amministrazione avrebbe voluto completare i lavori prima ma «purtroppo», ha spiegato il sindaco, «i tempi della burocrazia non sempre sono all'altezza di una società sana e seria come l'Angolana». Infine, Florindi ha citato alcune personalità legate alla squadra, rincordando che in primavera, al termine del lavori, si procederà all'intitolazione dello stadio. «I tifosi», ha detto, «mi auguro che siano da serie A». Anche l'assessore alle politiche giovanili Raffaella Graziani ha fatto il suo in bocca al lupo alla squadra: «non seguo molto il calcio, ma parlarne con mio padre - vecchia gloria del calcio angolano - mi ha fatto invece capire che è una bella palestra. Siete un esempio positivo per i nostri ragazzi».

Questi tutti i nomi della rosa, presentati dal team manager della società Angelo Andrillo, tra i quali l'acquisto più recente Fabrizio Cammarata, arrivato dalla Pro Vasto, che è stato anche l'ultimo a ricevere l'applauso del Teatro.

Portieri: Ortolano, Capetola, Perez; difensori: Pirozzi, Fuschi, Pomposo, Traini, Micaroni, Becci, Di Giannantonio, Di Filippo, Bagaglioli; Centrocampisti: Romano, Del Pinto, Mariani, Ranguin, Giordano; attaccanti: Galasso, Bordoni, Parmigiani, Paciocco, Vellucci, Cammarata.

 

02/09/2010 11.21