Sci. Grandi manovre a Roccaraso per i Mondiali Juniores 2012

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4236

ROCCARASO. Si sono effettuate in questi giorni a Roccaraso alcune ispezioni Fis sulle piste di gara che ospiteranno i Campionati del Mondo Junior del 2012.

Ieri, Markus Waldner, responsabile Fis della Coppa Europa maschile e i dirigenti delal federazione italiana sport invernali, Flavio Roda (Direttore STF,) e Reinhard Schmalzl (Commissione Giovani), hanno preso le misure sulla pista da discesa libera “Direttissima” di Monte Pratello, che domani vedrà entrare in azione le ruspe per effettuare i lavori di un’importante variante.

In pista anche Gianni Poncet e Valerio Ghirardi che saranno tra i tecnici di pista ai Mondiali, scelti dal Comitato organizzatore. Prima della kermesse internazionale si celebrerà un altro appuntamento agonistico già quest’inverno, poiché a fine febbraio la pista di discesa di Monte Pratello ospiterà due gare di Coppa Europa maschile (discesa e superg, dal 28 febbraio al 3 marzo) definite come “Test Events”. Un’occasione importante perché rappresenterà la prova generale pre-Mondiale. Faranno parte dei test anche le gare di slalom speciale e slalom gigante di Coppa Italia fissate per il 17 e 18 febbraio sulla pista del Lupo in località Aremogna. Entrambe le occasioni saranno “sfruttate” per verificare l’efficienza organizzativa e la bontà delle modifiche delle piste

Sempre ieri, in serata, presso il comune di Roccaraso, il sindaco Armando Cipriani, che è anche il Presidente del Comitato Organizzatore, assieme al vice presidente Roberto Ciampaglia               sindaco di Rivisondoli, a Mauro Del Castello Presidente del Consorzio impianti Alto Sangro, a Vincenzo Patitucci, Presidente della Comunità Montana Alto Sangro Altopiano delle 5 miglia e da Amedeo Di Natale, Presidente dello sci club Roccaraso, ha accolto la delegazione Fisi, costituita dal Presidente Gianni Morzenti, dal Segretario Generale Fausto Cartasegna e dai responsabili dell’area marketing e comunicazione federale. Cipriani non ha nascosto la sua gratitudine a Morzenti per aver creduto in questo progetto sostenendolo in ambiti internazionali.

«Deve essere l’evento che contraddistingue un’intera Regione – ha detto il Sindaco - perché sarà un’occasione impedibile per far vedere al mondo intero ciò che siamo capaci di fare e quello che rappresentiamo non solo nel mondo dello sci, ma anche del turismo. Tra le prime mission c’è quello di realizzare una manifestazione che possa far fare bella figura a Lei presidente, alla Fisi e all’Abruzzo, perché anche da noi, dove lo sci ha radici antichissime, è possibile tenere testa alle più blasonate stazioni del nord».

 In tutta risposta Gianni Morzenti non ha usato un discorso di circostanza, ma è andato subito al sodo: «Siete partiti molto bene, costituendo un gruppo di lavoro di grandi professionisti e di tecnici di caratura ed esperienza internazionale. E’ la via migliore per realizzare un evento grandioso. Ora però – ha continuato Morzenti senza giri di parole - è necessario avere certezze riguardo al budget e al reperimento dei fondi che, ci dite, sono in arrivo. L’ultimatum è fissato per la fine di dicembre, momento in cui dovete dare alla Fisi la certezza quantomeno delle delibere. Senza questa garanzia saremo obbligati a riconsegnare le chiavi dei Mondiali Juniores alla Fis. Da parte sua la Fisi metterà a disposizione del Comitato tutte le proprie risorse sia umane che di comunicazione, ospitando una vostra delegazione a Chalet Italia, la struttura Fisi che segue la Coppa del Mondo».

 Un ultimo breefing avvenuto questa mattina ha fissato i punti fondamentali per il prosieguo dei lavori. Alla base di tutto, l’erogazione dei fondi. Venerdì mattina ci sarà presso la sede della Comunità Montana di Castel di Sangro un importante incontro con le istituzioni.

La Giunta della Regione d’Abruzzo e il Presidente della provincia dell’Aquila Antonio Del Corvo ascolteranno la relazione di Invitalia, struttura del Ministero dello sviluppo economico incaricata dalla stessa Regione per studiare il progetto di fattibilità e sostenibilità. Il piano considera non soltanto la pura organizzazione delle gare, ma anche la formazione  professionale degli operatori tecnici e turistici del territorio e il miglioramento dell’offerta turistica. Già possiamo anticipare che la relazione di Invitalia è assolutamente positiva.

 

16/11/2010 13.55