Basket. Vasto-Pescara 86-79

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1482

VASTO. Derby ad alta tensione fra BioFox e Pall.Pescara.

Quest’ultimi reduci da due sconfitte che bruciano e voglio essere dimenticate il più in fretta possibile per proseguire un campionato con i vastesi che pagano eccessivamente il salto di categoria. I pescaresi, partiti con ben altre ambizioni, rischiano di ritrovarsi invischiati in una strettissima troppo bassa classifica. La gara si apre con due realizzazioni fulminee di Silvio Marinaro, che andrà a referto con 18 punti, pronta la reazione degli ospiti che rispondono a suon di canestri provando un allungo che vale il +12(18-30) ad un minuto dal primo mini riposo, chiuso ancora avanti di 9(23-32) con i vastesi che comunque non sembrano aver accusato il colpo.

Si riparte ed un mini break di 13-2 riporta le formazioni in parità (34-34) con andamento punto a punto e squadre al riposo lungo con i padroni avanti di 1(45-44). Il terzo quarto scorre via con un batti e ribatti in sostanziale equilibrio che vede la BioFox iniziare l’ultima frazione con un leggero incremento nel vantaggio (+3:63-60). Ma in un battibaleno la situazione si capovolge e la tripla di Comignani a metà del secondo minuto ribalta un risultato che vede gli ospiti prima sul +3(65-68), poi sul +7(67-74) con ancora sei minuti alla sirena finale. Ai vastesi bastano scarsi due minuti e con un mini break di 7-0 si ritorna punto a capo (74-74) per un finale che regalerà tantissime emozione agli oltre 800 spettatori presenti sugli spalti di un PalaBCC che offre uno spettacolo forse unico nella categoria. Alla tripla di Leonzio, risponde Sammartino con 2/2, replica Comignani (2/2) fino al 79-79 con 180 secondi alla sirena finale e squadre che sbagliano tutto e di più fino alla tripla di Bonaiuto, con ancora 57 secondi di gioco, che mette una serie ipoteca sulla conquista di una pesantissima posta in palio incamerata da coach Della Godenza con il 4/4 dalla linea della carità dalla mani di D’Alessandro che, con gli ospiti al fallo sistematico, chiude una gara con i vastesi vittoriosi sostenuti da un pubblico caloroso e rumoroso quanto basta per svolgere l’importantissimo ruolo del sesto uomo in campo. Sulla sirena finale tutti in campo a festeggiare buttando alle ortiche le tante amarezze accumulate nelle ultime due sconfitte esterne che con la squadra vista si fa fatica a credere di averle perse così malamente da lasciarci tanti rimpianti, ma cosa fatta: capo ha!

 

BIOFOX VASTO     86

PALL.PESCARA    79

 

BIOFOX VASTO: MARINARO 18(28’), D’ALESSANDRO 16(22’), MARIANI 14(32’), BONAIUTO 12(33’), Campi 9(25’), SAMMARTINO 8(23’), Desiati 5(18’), Celenza 4(11’), Laccetti 0(3’), Di Tizio 0(5’).  All.: Della Godenza.

PALL:PESCARA: DI CARMINE 24(35’), COMIGNANI 22(26), GROSSO 12(35’), MORE’ 10(17’), Scavongelli 6(25’), Leonzio 3(11’), Pira 2(22’), Pepe 0(6’), FEBO 0(23’), Di Bartolomeo n.e..  All.: Quarta

 Aribitri: Lucarelli di Taranto e Guarino di Campobasso.

Parziali: 1°q 23-32, 2°q 45-44(22-12), 3°q 63-60(18-16), Finale 86-79(23-19).

BioFox Vasto           Tiri da 2: 21/41(51%); Tiri da 3: 9/28(32%); Tiri Liberi: 17/21(47%)

Pall.Pescara             Tiri da 2: 19/38(50%); Tiri da 3: 7/30(23%); Tiri Liberi: 20/24(83%)

Uscito x 5 falli: Comignani (38’:78-79). Fallo Tecnico: Comignani (13’:28-34).

 

08/11/2010 7.44