Delfino Pescara. Di Francesco: «fondamentale la continuità di risultati»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1787

.

PESCARA. Ripresa degli allenamenti ieri pomeriggio allo stadio Adriatico per il Pescara in un clima sereno e rilassato. Tutti a disposizione del tecnico Eusebio Di Francesco. La squadra è reduce dal convincente e rotondo successo col Grosseto, che ha fatto rivivere alla piazza pescarese i brividi dell'alta classifica di serie B dopo parecchi anni di delusioni.

«Con il Grosseto non siamo partiti benissimo proprio come accaduto a Reggio Calabria» – racconta Eusebio Di Francesco – «abbiamo preso un gol a freddo con alcuni giocatori fuori posizione. Loro praticamente ci hanno creato solo quel pericolo, poi siamo stati bravi noi a chiudere il Grosseto ed a chiudere in bellezza la partita».

«La bella prova con i toscani non è dipesa dal modulo» – va avanti il tecnico pescarese – «anche se abbiamo riproposto il rombo di centrocampo dopo parecchio tempo. In estate abbiamo lavorato molto su questo modulo, anche se ora la squadra ha altra fisicità, mentalità ed organizzazione tattica».

Con il Grosseto il tandem Ganci-Sansovini ha messo a tacere parecchie voci circa il loro poco felice stato di forma: «sono due giocatori importanti come lo sono stati l'anno scorso. Il fatto che abbiano fatto una doppietta a testa è di buon auspicio per il futuro, senza dimenticare che in rosa abbiamo altre punte di grande valore come Soddimo e Maniero».

Nonostante il Pescara stia attraversando un ottimo momento di forma e di risultati, ci sono ancora parecchie cose da migliorare: «col Grosseto nell'azione del gol subito dovevamo essere più svegli e pronti dato che Petterini era fuori per infortunio. Siamo partiti poco reattivi, ma la squadra non si è mai disunita creando parecchie opportunità e tornando a giocare subito a buoni livelli».

«Dobbiamo continuare sulla buona strada della continuità dei risultati» – prosegue Di Francesco – «fermo restando che tutti i giocatori che ho chiamato in causa hanno sempre risposto presente. Questo dimostra la grande attenzione che tutti i giocatori hanno negli allenamenti settimanali».

L'attenzione dell'ambiente è già rivolta al match di sabato a Padova: «non cambieremo mentalità in base alla forza dell'attacco del Padova. Noi andremo lì per vincere confermando la nostra volontà di arrivare ai 3 punti con la continua ricerca del gioco».

«Prenderemo contromisure in base al loro atteggiamento ed ai loro giocatori» – conclude il tecnico biancazzurro – «anche se hanno un grande organico».

Andrea Sacchini 19/10/10 12.33