Delfino Pescara. Di Francesco: «cerchiamo sempre il bel gioco»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1676

PESCARA. Vigilia tranquilla per i biancazzurri in vista del match esterno di domani a Reggio Calabria. Possibile l'impiego di alcuni elementi poco impiegati finora.

 

L'entusiasmo è alle stelle dopo il terzo successo consecutivo, il quarto risultato utile considerando anche l'ottimo pareggio di Varese. Il successo col Sassuolo, una delle compagini meglio attrezzate per il salto di categoria, ha proiettato il Pescara nei piani alti della classifica.

A gettare acqua sul fuoco il tecnico biancazzurro Eusebio Di Francesco, nonostante l'ottimo momento di forma e risultati dei propri ragazzi: «da inizio campionato la squadra sta facendo prestazioni buone e anche col Sassuolo che è una grande squadra abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno. Abbiamo creato tanto anche lasciando qualche spazio. Non dobbiamo esaltarci troppo, come non dovevamo abbatterci quando le cose andavano male».

«Ad un certo punto della partita» – prosegue il mister biancazzurro – «i nostri due esterni Gessa e Bonanni si sono schiacciati troppo ma è normale dato l'ottimo tasso tecnico del Sassuolo che nel secondo tempo ha fatto girare molto bene il pallone. Meglio noi nel primo tempo con loro che hanno aspettato le nostre mosse».

Uno dei dati più positivi è la continua ricerca del bel gioco da parte di questa squadra: «in serie B non è raro vedere partite con mezzo tiro in porta. È stato un bel match ricco di azioni e noi abbiamo creato diverse opportunità da gol. Cerchiamo sempre di giocare bene a pallone. Poi è chiaro abbiamo un po' sofferto nel finale a causa della stanchezza. Avremmo dovuto tenere qualche palla in più ma sono soddisfatto del gioco del Pescara».

All'orizzonte la trasferta di Reggio Calabria di domani sera: «andiamo lì per giocarci la partita come abbiamo sempre fatto. Alcune volte abbiamo perso, altre vinto ma siamo sempre andati con la convinzione di voler e poter raggiungere l'intera posta in palio. Dobbiamo cercare di far prevalere il nostro modo di intendere il gioco con la nostra capacità e volontà di giocare palla a terra».

«Andremo a fare la stessa partita di sabato» – conclude Di Francesco – «senza presunzione anche perché davanti avremo una squadra in forma che sulla carta è una delle pretendenti ai play-off promozione».

 

Andrea Sacchini  12/10/2010 13.58