Basket. Vasto strapazza Alba Adriatica 135-50

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6819

  

 

VASTO. Il risultato finale ed i parziali dei singoli quarti lasciano pochissimo spazio alla cronaca di una gara che fin dai primissimi minuti ha visto sul parquet una sola squadra anche se gli ospiti, arrivati con soli 8 uomini a referto, sono rimasti in campo fino alla fine meritando quello che una volta era detto l’onore delle armi. La BCC Vasto ha già un vantaggio oltre la doppia cifra (+11:14-3) al quinto minuto del primo parziale incrementandolo, con il passare del tempo, fino al +85 finale che è sicuramente un record per il campionato in corso, ma che potrebbe addirittura essere un grande record andando a riguardare risultati analoghi, a livello primo squadra, nel corso degli oltre 40 anni d’attività del sodalizio sceso sotto canestro nel lontanissimo 1971. Per la gara odierna andiamo a cercare i numeri che solitamente caratterizzano i quaranta minuti effettivi di pallacanestro iniziando dai punti messi a referto dal quintetto di partenza (Marinaro, Bonaiuto, Florio, Dutto e Toth): 62 in 81 minuti di gioco, dalla panchina ne sono arrivati 73 in 119 minuti e, di questi, 51 in 73 minuti sono stati messi a segno dai giovanissimi Magrì 15 e Delli Quadri 4 (del 1996), Maggio 16 (del 1995) e De Felice 16 (del 1993). E’ proprio ai giovanissimi sono arrivati i calorosi applausi di un pubblico, anche oggi molto numeroso, che ha particolarmente gradito le giocate messe in campo dagli atleti spesso tenuti in panchina con la prima squadra, ma utilissimi in fase di allenamento per la preparazione di schemi e tattiche che sono state utilizzate fino all’ultima importantissima gara che ha proiettato coach Minora in cima alla classifica  e che saranno messi ancora sul parquet nel proseguo per difendere il primato. Visti poi i risultati sugli altri campi, le dirette inseguitrici, a due punti di distacco, si sono ridotte da quattro a due (Campli ed Atri), mentre quattro sono le formazioni subito a ridosso delle prime tre di testa (Olimpia Campobasso, Il Globo Isernia, Penne ed Airino Termoli). Per i vastesi il prossimo impegno si presenta già come un ostacolo non semplicissimo da superare con la trasferta a Campobasso per la gara di ritorno vs l’Olimpia Campobasso che nella gara di andata uscì sconfitta dal PalaBCC con un passivo di poco oltre la doppia cifra (-11) e che oggi ha lasciato l’intera posta in palio sul campo del Penne per soli 2 punti. A seguire si torna fra le mura amiche di via Conti Ricci per ospitare il Martinsicuro aggrappato con unghie e denti alle otto/nove squadre in giudicato per la seconda fase e ristrette fra i 20 ed i 26 punti in classifica con possibili ribaltamenti per eventuali passi falsi e/o risultati arrivati da situazioni particolari che nella pallacanestro sono all’ordine del giorno e possono determinare posizioni di classifica in continua evoluzione. A cavallo del giro di boa del campionato comunque siamo tornati a fare la lepre solitaria in testa alla classifica con  la ferma intenzione di non mollare troppo facilmente la posizione da qui alla fine della fase di qualificazione.

 

BCC VASTO BASKET      135

ALBA ADRIATICA BK         50

 VASTO        TOTH 21(20’), BONAIUTO 19(15’), Maggio 16(18’), De Felice 16(20’), Magrì 15(23’), Crescenzi 12(13’), DUTTO 12(14’), MARINARO 7(22’), Ierbs 6(20’), Delli Quadri 4(12’), DI TIZIO 4(13’), FLORIO 3(10’).    All. Minora.

 ALBA ADR. GHIDINI 14(37’), CAPODAGLIO 13(37’), ADDIMANDO 10(34’), Martinez 6(17’), SCARPETTI 6(36’), CAPATAN 1(25’), Caldelori 0(6’), Bietti 0(8’).   All. Nicolai.

 Arbitri:          De Stefano di Campobasso e Giangiotta d’Isernia.

Parziali:        1°q 39-11, 2°q 77-34(38-23), 3°q 107-41(30-7), Finale 135-50(28-9).

BCC Vasto   Tiri da 2: 47/71(66%), Tiri da 3: 8/15(53%); Tiri liberi: 17/27(63%), Falli 16.

Alba Adriat.   Tiri da 2: 15/49(31%), Tiri da 3: 4/16(25%); Tiri liberi: 8/18(44%), Falli 15.

Uscito x falli: Martinez (37’:122-46).

 09/01/2012 08:52